Header Top
Logo
Domenica 25 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Mafia: Messineo, blitz Dia conferma che guarda a nord favorita da crisi

colonna Sinistra
Mercoledì 17 aprile 2013 - 11:00

Mafia: Messineo, blitz Dia conferma che guarda a nord favorita da crisi

(ASCA) – Roma, 17 apr – ”L’operazione di oggi riguarda ilsettore della cantieristica navale nel nord Italia ed e’importante perche’ conferma la capacita’ di diffusione e diinfiltrazione nell’economia del paese a parte della mafia,che non riguarda piu’ solo Palermo, ma partendo da Palermo lefamiglie mafiose hanno esteso la loro influenza in altreparti del paese”. E’ quanto ha dichiarato il procuratorecapo di Palermo, Francesco Messineo, ai microfoni di ‘Primadi tutto’ su Radio1, commentando l’odierna operazione dellaDirezione investigativa antimafia di Palermo che ha condottoa sei arresti, nel quadro di ”un momento positivo per lamafia” rappresentato dalla crisi. ”La Dia – ha aggiunto il magistrato – si conferma ancorauna volta, qualora ve ne fosse bisogno, un organismoinvestigativo di altissimo livello soprattutto nel settoredelle infiltrazioni mafiose nell’economia. Il lavoro che hasvolto nelle indagini per le stragi, come i nuovi arresti perla strage di Capaci, ad esempio, riguarda altre procure, mae’ anch’esso di livello altissimo”. Secondo Messineo, inoltre, ”bisogna sottolineare come imomenti di crisi economica che il paese attraversa, aiutano,in un certo senso, l’azione mafiosa, perche’ mettendo indifficolta’ molte imprese le costringono poi a cercarerapporti impropri o comunque a sottomettersi alle richiesteeconomiche mafiose pur di ottenere capitali da investire.

Sotto questo profilo, dunque, la crisi rappresenta un momentopositivo per la mafia”, e’ la valutazione di Messineo. ”Ma da tempo – ha aggiutno – la mafia mostra di aver abbandonato il territorio siciliano, anche per la pressione investigativa alla quale noi la sottoponiamo, ma e’ importante la diversificazione degli investimenti mafiosi in settori e soprattutto in zone del paese diverse dalla Sicilia”, ha concluso il procuratore capo di Palermocom-stt/rus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su