Header Top
Logo
Domenica 19 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Welfare: Caritas, anche i cittadini facciano la loro parte

colonna Sinistra
Martedì 16 aprile 2013 - 18:33

Welfare: Caritas, anche i cittadini facciano la loro parte

(ASCA) – Roma, 16 apr – Credibilita’ degli operatori socialie piu’ responsabilita’ da parte dei cittadini. Questa laricetta proposta oggi dal docente di economia, LeonardoBecchetti per rivitalizzare il welfare nel nostro paese, nelcorso della seconda giornata dei lavori a Montesilvano (Pe)per il 36* Convegno nazionale delle Caritas diocesane. Iquasi 600 rappresentanti delle 220 Caritas diocesane inItalia si sono riuniti in gruppi di confronto su 5 ambiti:migranti, famiglie, persone in solitudine, giovani, personeche vivono forme diverse di solitudine, giovani, persone chesperimentano dipendenze.

”Abbiamo bisogno di operatori competenti e testimonicredibili: oggi soffriamo la distanza tra operatori chedimenticano l’anima quando diventano esperti addetti ailavori e testimoni sensibili che pero’ non hanno strumenti esono bollati come anime belle”, ha affermato Becchetti cheha affrontato il tema dell’orizzonte socio-economico inItalia. L’economista ha rilanciato l’esigenza di formazione edi identificare vie di partecipazione economica e politicaattraverso i quali tutti i cittadini possono essereprotagonisti del cambiamento verso il bene comune. Hainsistito anche sull’urgenza di identificare nelle esperienzedelle amministrazioni locali le migliori pratiche e lesoluzioni di politico-amministrative innovative sperimentateper la soluzione della crisi in tema di fisco e famiglia,sussidiarieta’ e welfare, responsabilita’ sociale d’impresa,difesa della vita.

Diverse le possibilita’ di partecipazione responsabile, hapoi spiegato Becchetti: bilanci partecipati, flash mobs,consumo e risparmio responsabile, gruppi acquisto solidale.

Un dato su cui riflettere e’ che ”ben il 46% dei consumatoriglobali e’ disposto a pagare di piu’ per prodotti e servizidi aziende che hanno sviluppato programmi di responsabilita’sociale”.

gc/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su