Header Top
Logo
Sabato 24 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Agricoltura: Cia, primavera non cancella danni. Atteso calo produzione

colonna Sinistra
Lunedì 15 aprile 2013 - 16:51

Agricoltura: Cia, primavera non cancella danni. Atteso calo produzione

(ASCA) – Roma, 15 apr – Il sospirato arrivo della primaveranon cancella tutti gli effetti negativi che il freddoprolungato ha prodotto sul calendario agricolo: i grossiritardi sulle operazioni di semina a causa del maltemporischiano di influenzare la prossima campagna con un calodella Produttivita’ lorda vendibile (Plv)agricola anche del10%. Lo afferma in una la Confederazione italiana agricoltori(Cia).

Fino a dieci giorni fa le precipitazioni insistenti eabbondanti, soprattutto al nord-est, hanno impedito i lavoridi pre-semina, come l’aratura e la fresatura del suolo -ricorda la Cia – e poi i terreni allagati e fangosi hannoreso quasi impossibile entrare in campo con le macchineagricole. Adesso, con la comparsa del bel tempo e l’aumento delletemperature anche sopra la media, i produttori agricoli hannopotuto finalmente rimettersi a lavoro per cercare direcuperare il ritardo accumulato. Purtroppo e’ evidente – osserva al Cia – che se si spostail calendario ‘classico’ da marzo ad aprile cambiano i tempidi maturazione delle colture e sale il rischio di giungerealla fase della raccolta con una pianta piu’ debole e,quindi, con una resa produttiva inferiore.

A correre piu’ pericoli per colpa del clima impazzito cheha fatto slittare i tempi delle semine – evidenzia la Cia -sono soprattutto mais, soia e girasole, che potrebbero subireuna flessione nelle previsioni di produzione superiori al15%.

com-stt

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su