Header Top
Logo
Mercoledì 29 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Ambiente: geologi, e’ allarme abusivismo edilizio. E rischio sismico?

colonna Sinistra
Venerdì 12 aprile 2013 - 13:36

Ambiente: geologi, e’ allarme abusivismo edilizio. E rischio sismico?

(ASCA) – Roma, 12 apr – ”I dati sull’abusivismo ediliziosono purtroppo ancora oggi allarmanti, se si pensa che inItalia nel 2011, sono stati realizzati quasi 26mila abusi,tra nuove case o grandi ristrutturazioni, pari al 13,4% deltotale delle nuove costruzioni. E dal 2003, anno dell’ultimocondono edilizio, a oggi, sono state costruite oltre 258milacase illegali, per un fatturato complessivo di 1,8 miliardidi euro”.

Lo ha affermato – come informa una nota – Gian VitoGraziano, presidente del Consiglio nazionale dei geologicategoria riunita oggi a Ferrara in una conferenza dedicataal rischio sismico e idrogeologico in Italia. I dati citatida Graziano sono del Centro Ricerche Economiche, Sociologichee di Mercato (Cresnme). ”Immobili che non si riesce nemmeno ad abbattere – haprecisato il presidente nazionale dei geologi – infatti dauna ricerca di Legambiente su 72 comuni capoluogo diprovincia, emerge che in Italia dal 2000 al 2011 sono stateemesse 46.760 ordinanze di demolizione, ma ne sono stateeseguite solo 4.956, ovvero circa il 10%”. ”E’ passato un anno dal terremoto che sconvolse l’EmiliaRomagna – ha continuato Graziano – ne sono passati quattroda quello di L’Aquila, e sembra che il paese abbiadimenticato quei troppi morti, quelle terribili immagini deicrolli sotto i quali furono seppellite le speranze di tantagente e le ambizioni di tanti studenti e delle lorofamiglie.

Cosa si e’ fatto da allora?” si e’ chiesto l’esperto.

Graziano e’ stato, in tale quadro, molto critico ocn laproposta di legge – poi ritirata – presentata da alcuniparlamentari della precedente legislatura per un ”ennesimocondono edilizio”.

”Viene da chiedersi allora – osserva il presidente deigeologi – se sotto processo, come e’ successo a L’Aquila perla Commissione grandi rischi, non debbano andare anche coloroche hanno avuto in tanti anni responsabilita’ politiche edamministrative; ma, soprattutto, dovrebbero andare sottoprocesso quelli che degli allarmi se ne sono infischiati,continuando a perpetrare malaffare, speculazioni e ad attuarecondoni edilizi” ha concluso Graziano.

com-stt

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su