Header Top
Logo
Lunedì 26 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Sport: Lnd e Anci, impianti calcio di base fuori da patto stabilita’

colonna Sinistra
Mercoledì 10 aprile 2013 - 16:24

Sport: Lnd e Anci, impianti calcio di base fuori da patto stabilita’

(ASCA) – Roma, 10 apr – ”L’impiantistica del calcio di basefuori dal patto di stabilita”’. E’ questo il messaggiolanciato oggi dal presidente della Lega Nazionale Dilettanti,Carlo Tavecchio e dal delegato Anci allo Sport e PoliticheGiovanili, Roberto Pella, dopo un incontro tenutosi a Roma.

Lo comunica una nota dell’Anci.

Durante la discussione – informa la nota – si e’ entratinello specifico relativamente all’attualita’ del sistemaimpiantistico italiano. Si e’ parlato dei circa 15 mila stadidestinati all’attivita’ del calcio di base che purtroppo, acausa delle difficolta’ economiche contingenti eall’attuazione del patto di stabilita’ per le amministrazionilocali, risentono in maniera evidente degli scarsiinvestimenti infrastrutturali in questo settore. Sicurezza, risparmio energetico e conversione dei terrenidi gioco in erba artificiale di ultima generazione – aggiungel’Anci – sono i punti nodali su cui la Lega NazionaleDilettanti si e’ impegnata ad elaborare in tempi brevi unprogetto, che collezioni gli studi e le diverse esperienzematurate negli ultimi anni, in grado di gettare le basi perdelle linee guida da sottoporre a tutti i sindaci d’Italia.

Circa 8 mila Comuni e 15 mila societa’ sportivedilettantistiche hanno iniziato un percorso condiviso chevuole portare al raggiungimento di un obiettivo ambizioso: lastipula di un accordo quadro che funga da vademecum per iltema dell’impiantistica. ”Il mondo dilettantistico – ha dichiarato Tavecchio -assolve con professionalita’ e passione ad un compito socialeimportantissimo perche’ incide direttamente sulla qualita’del tempo libero degli italiani, in particolare sullacrescita atletica ed educativa di centinaia di migliaia diminorenni”. Per questo la Lnd ha inteso accelerare ilneonato rapporto con l’Anci al fine di ”fare gioco disquadra’ per garantire almeno la messa a norma degli impiantidi gioco e la conseguente agibilita”’.

Fatte tutte le considerazioni del caso, Lnd ed Anci sonoconcordi nel ritenere, quale elemento imprescindibile delprogetto di rilancio della politica territoriale in favoredello ‘sport di cittadinanza’, l’esenzione dai vincoli delpatto di stabilita’ per la destinazione di fondi in favoredel calcio di base. ”Siamo felici – ha detto Pella rivolgendosi al presidenteTavecchio – che la Lnd abbia riconosciuto nell’Anci il suointerlocutore privilegiato per un affrontare temi tantiimportanti. Le priorita’ della Lega sono anche le nostre cheviviamo il territorio con altrettanto radicamento, perche’ e’sull’aspetto sociale dell’attivita’ delle societa’dilettantistiche che si incide direttamente sulla qualita’della vita dei cittadini”.

com/rus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su