Header Top
Logo
Mercoledì 28 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Sanita’: De Novellis (UNP), basta tagli al SSN

colonna Sinistra
Mercoledì 10 aprile 2013 - 16:00

Sanita’: De Novellis (UNP), basta tagli al SSN

(ASCA) – Roma, 10 apr – ”In Italia la politica, da Tremontia Monti, invece di dare forza al SSN, spalanca le porte almercato assicurativo in sanita’. Si vorrebbero portare lelancette del sistema sanitario nazionale a prima del ’78,dimenticando che le vecchie Mutue erano autentici carrozzoni,di scarsa qualita’ e pieni di debiti”. Lo ha dichiarato ilpresidente della UNP, Antonio de Novellis, chiudendo il IVCongresso UNP a Sabaudia.

”Il Servizio Sanitario Nazionale – ha ricordato deNovellis – rimane una conquista fondamentale in termini dicivilta’ e di coesione sociale e non deve essere unacongiuntura, per quanto molto sfavorevole come quella dioggi, a indurre a cedere alla logica dei tagli dei costipeggiorando solo la qualita’ dei servizi: la vera sfida e’fare l’opposto”.

”Il pericolo e’ che, in mancanza di un vero processoriformatore, si vada sempre piu’ affermando una formasubdola, insidiosa e pericolosa di arrendevolezza verso unesito di insostenibilita’, per avere poi la giustificazionepolitica a ridiscutere in peggio la sanita’ pubblica sia comesistema tecnico funzionale che come apparatoetico-politico”.

”E’ in questo scenario che al sindacato spetta unmaggiore impegno di responsabilita’ che sappia declinare lerivendicazioni della categoria con le istanze di riforma,dimostrando vie alternative per la sostenibilita’ del sistemasanita’ e difendere il ruolo del pediatra”.

”Il pediatra di libera scelta e’ una risorsa umana, insanita’ ha un ruolo complesso e non e’ solo un tecnico, e’ unautore la cui autorita’ e’ relativa a cio’ che fa e a cio’che sa fare. A lui si attribuiscono non compiti ma impegnisulla base di un contratto che gli riconosce un corrispettivoeconomico per il lavoro che svolge e non e’ quindiriconducibile ad un operatore dipendente. Retribuire compitie’ una cosa, retribuire impegni e’ un’altra. Deve essereinteresse della politica qualificare il pediatra creando lecondizioni necessarie a partire dagli studi di medicina”. De Novellis ha auspicato un lavoro che, basato su daticerti, porti alla dimostrazione della infondatezza dellaricetta avanzata per la riforma delle cure primarie e possafavorire una piattaforma rivendicativa piu’ condivisa: ”Seci sono sposeremo le idee migliori, non abbiamo pregiudizinei confronti di nessuno, e non vorremmo che ce ne fosseronei nostri confronti”.

red/res

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su