Header Top
Logo
Giovedì 23 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Vinitaly: in fiera anche i nuclei antifrodi CC per lotta a pirateria

colonna Sinistra
Giovedì 4 aprile 2013 - 18:21

Vinitaly: in fiera anche i nuclei antifrodi CC per lotta a pirateria

(ASCA) – Roma, 4 apr – Anche quest’anno in occasione della47^ edizione di Vinitaly, la fiera internazionale dedicata almondo del vino e dei distillati che si terra’ a Verona dal 7al 10 aprile p.v., il Ministero delle Politiche AgricoleAlimentari e Forestali sara’ presente con uno spazioespositivo dedicato ai Nuclei Antifrodi Carabinieri (NAC), ilReparto Speciale dell’Arma che opera nel contrasto alle frodicomunitarie del comparto e all’agropirateria. Nel corso della manifestazione Militari qualificati delNucleo Antifrodi Carabinieri di Parma saranno presenti perfornire chiarimenti sulle attivita’ del Reparto e perindicare utili consigli ai consumatori e agli operatori delsettore sull’azione antifrode. L’Italia con il primato dioltre 500 vini a denominazione d’origine e con gli altri 249prodotti agroalimentari DOP/IGP e STG ha un interessestrategico a garantire la qualita’ e la genuinita’ dei suoiprodotti. E anche un sistema di controlli sempre piu’efficace ed incisivo oggi rappresenta nel contestointernazionale un valore aggiunto delle produzioni alimentarinazionali. In tale quadro, nel corso dell’anno 2012 i NucleiAntifrodi Carabinieri del Comando Carabinieri PoliticheAgricole e Alimentari hanno sviluppato attivita’ di controllostraordinarie a tutela del sistema agroalimentare in 2507aziende ed operatori commerciali del settore, individuando438 autori di reato responsabili di frodi comunitarie per 8milioni di euro e frodi agroalimentari che hanno portato alsequestro di oltre 7 mila tonnellate di prodotti alimentaricontraffatti e/o irregolari. Ammonta ad oltre 3 milioni dieuro il valore dei beni sequestrati dai NAC, sottratti dunqueal circuito illegale dell’agropirateria. Tra questeattivita’, di particolare rilievo nel settore vitivinicolo e’stata la campagna autunnale dei controlli sul vino che haportato al sequestro di oltre 3.100 tonnellate di mosto evino dichiarato come DOC/DOCG (in realta’ mai registrato suidocumenti contabili di cantina e quindi destinato allacommercializzazione ”in nero”) e alla segnalazione allarete Interpo dell’illecita commercializzazione all’estero dei”Wine Kit” e di alcune contraffazioni di noti vininazionali. Inoltre, la presenza dei Nuclei Antifrodi Carabinierisara’ dedicata in particolare ad un desk istituzionale in cuii visitatori potranno acquisire le informazioni piu’ attualisulla recente normativa europea in materia di”etichettatura” dei vini. Per i ”vini a denominazioni diorigine DOP e IGP” devono, infatti, figurareobbligatoriamente le indicazioni su origine e provenienza,imbottigliatore, presenza di allergeni e numero di lotto,mentre per i ”vini senza denominazione d’origine” sonoobbligatori anche i riferimenti all’importatore. Sonopreviste anche indicazioni ”facoltative” che possonoorientare maggiormente i consumatori sui criteri di maggioretrasparenza scelti da alcuni produttori, ma sono comunquevietate le ”comunicazioni ingannevoli” come quelle suproprieta’ salutistiche non autorizzate. red/mpd

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su