Header Top
Logo
Mercoledì 22 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Conclave: messa pro eligendo pontifice in San Pietro

colonna Sinistra
Martedì 12 marzo 2013 - 11:05

Conclave: messa pro eligendo pontifice in San Pietro

(ASCA) – Citta’ del Vaticano, 12 mar – Si celebra nella Basilica di San Pietro la messa ‘pro eligendo romano pontifice’. I Cardinali con le mani giunte e in testa la classica tiara sono entrati in processione, accompagnati dal canto in latino, preceduti dalla croce e dal libro del Vangelo. La celebrazione eucaristica e’ presieduta dal Decano del Collegio cardinalizio, Angelo Sodano e concelebrata da tutti i cardinali: da i 115 elettori che nel pomeriggio entreranno in Conclave che i porporati che non prenderanno parte alle votazioni. ”Anche noi oggi con tale atteggiamento interiore vogliamo offrirci con Cristo al Padre che sta nei Cieli per ringraziarlo per l’amorosa assistenza che sempre riserva alla sua Santa Chiesa ed in particolare per il luminoso Pontificato che ci ha concesso con la vita e le opere del 265* Successore di Pietro, l’amato e venerato Pontefice Benedetto XVI, al quale in questo momento rinnoviamo tutta la nostra profonda gratitudine”, ha detto Sodano nell’omelia e subito si e’ levato un lungo applauso da parte dei cardinali e dei fedeli presenti. ”Nel solco del servizio d’amore verso la Chiesa e verso l’umanita’ intera, gli ultimi Pontefici – ha aggiunto Sodano – sono stati artefici di tante iniziative benefiche anche verso i popoli e la comunita’ internazionale, promuovendo senza sosta la giustizia e la pace. Preghiamo perche’ il futuro Papa possa continuare quest’incessante opera a livello mondiale”. Il cardinale decano ha fatto cenno alla missione del successore di Pietro ricordando che ”questo servizio di carita’ fa parte della natura intima della Chiesa. L’ha ricordato il Papa Benedetto XVI dicendoci: ‘anche il servizio della carita’ e’ una dimensione costitutiva della missione della Chiesa ed e’ espressione irrinunciabile della sua stessa essenza”’, proponendo un passo del Motu proprio ‘Intima Ecclesiae natura’, del novembre del 2012. Il porporato ha voluto citare anche papa Giovanni Paolo II quando ha commentato le letture del Nuovo Testamento proposte dalla liturgia. ”Gesu’ – ha detto – e’ venuto al mondo per rendere presente l’amore del Padre verso gli uomini. E’ un amore che si fa particolarmente notare nel contatto con la sofferenza, l’ingiustizia, la poverta’, con tutte le fragilita’ dell’uomo, sia fisiche che morali. E’ nota al riguardo – ha aggiunto il card. Sodano – la celebre Enciclica del Papa Giovanni Paolo II ‘Dives in misericordia’, che soggiungeva: ‘il modo in cui si manifesta l’amore viene appunto denominato nel linguaggio biblico ”misericordia”’. ”Oggi – e’ stata l’implorazione del cardinale Decano – vogliamo implorare dal Signore che attraverso la sollecitudine pastorale dei Padri Cardinali voglia presto concedere un altro Buon Pastore alla sua Santa Chiesa”. red/int

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su