Header Top
Logo
Mercoledì 28 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Sede vacante: chi e’ il card. Odilo Pedro Scherer (Brasile)

colonna Sinistra
Mercoledì 6 marzo 2013 - 15:36

Sede vacante: chi e’ il card. Odilo Pedro Scherer (Brasile)

(ASCA) – Citta’ del Vaticano, 6 mar – Il Cardinale OdiloPedro Scherer, Arcivescovo metropolita di Sao Paulo(Brasile), e’ nato il 21 settembre 1949 a Sao Francisco,municipio di Cerro Largo (RS), nella diocesi di Santo Angelo(Brasile). I suoi genitori si chiamavano Edwino Scherer eFrancisca Wilma Steffens. Creato e pubblicato Cardinale daBenedetto XVI nel Concistoro del 24 novembre 2007, del Titolodi Sant’Andrea al Quirinale.

Ha compiuto gli studi al seminario minore Sao Jose’ aCuritiba. Quindi ha studiato filosofia al seminario maggioreRainha dos Apostolos e teologia allo Studium theologicum,sempre a Curitiba. Poi ha studiato presso la facolta’ dieducazione all’universita’ di Passo Fundo (1970-1975).

Ha ricevuto l’ordinazione sacerdotale il 7 dicembre 1976 aQuatro Pontes, in diocesi di Toledo. Dal 2003 al 2007 e’ stato segretario generale dellaConferenza episcopale brasiliana. Il 21 marzo 2007 e’ statonominato arcivescovo di Sao Paulo. E’ succeduto nell’incaricoal cardinale Claudio Hummes, nominato da Benedetto XVIprefetto della Congregazione per il Clero.

Sempre nel 2007 ha svolto l’incarico di segretario generaleaggiunto della quinta Conferenza generale dell’episcopatolatinoamericano e dei Caraibi, svoltasi ad Aparecida, che havisto la partecipazione del Papa. E proprio come arcivescovodi Sao Paulo ha accolto Benedetto XVI pellegrino in Brasiledal 9 al 14 maggio di quest’anno. A Sao Paulo il Papa hacanonizzato Frei Galvao, a cui egli e’ particolarmente legatocosi’ come tutta la gente della sua arcidiocesi.

Ha indicato proprio nell’insegnamento e nella testimonianzadi Benedetto XVI a Sao Paulo e ad Aparecida i punti centralidella sua missione come pastore: la centralita’ della paroladi Dio, la forza della carita’, con una particolareattenzione alle tante ”sacche” di poverta’ checontraddistinguono tragicamente la realta’ brasiliana. Eancora, l’attenzione ai giovani, la catechesi, la formazione,la difesa della vita e la riaffermazione della centralita’della famiglia nella societa’.

Tra le sue opere principali, da ricordare Justo sofredor: umainterpretacao do caminho de Jesus e do discipulo (1995). Presidente delegato alla 12a Assemblea generale ordinaria delSinodo dei Vescovi (Ottobre 2008). dab/gc

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su