Header Top
Logo
Lunedì 26 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Sede vacante: card. Kasper, prima le riforme. Per Conclave c’e’ tempo

colonna Sinistra
Mercoledì 6 marzo 2013 - 11:56

Sede vacante: card. Kasper, prima le riforme. Per Conclave c’e’ tempo

(ASCA) – Citta’ del Vaticano, 6 mar – Prima di tutto le riforme, quella della Curia romana e del modo di approcciarsi al mondo moderno. Questa la strada che dovra’ intraprendere da subito il nuovo papa mentre per la sua scelta non c’e’ fretta e ”l’extra omnes puo’ attendere per ora” visto che in ”questo Conclave fra noi cardinali quasi non ci conosciamo”. L’analisi e’ del card. Walter Kasper che dalle colonne de ‘La Repubblica’ ha innanzitutto rivolto un pensiero a Benedetto XVI. ”Gli suggeriro’ di non farsi usare da nessuno. – ha detto il porporato – E’ troppo grande il rischio che il governo della Chiesa subisca la sua influenza. Egli ha fatto una scelta precisa, che presuppone un passo indietro. Dovra’, quindi, essere discreto”. Per quanto riguarda, invece, il tema delle riforme Kasper ha detto che ”serve una nuova modalita’ nell’esercizio del governo della Chiesa” e che ”questa modalita’ si chiama collegialita’, un governo piu’ orizzontale”. ”La riforma della curia e’ una priorita’. – ha poi aggiunto il porporato tedesco – Ma, insieme, e’ un grande problema. Perche’ oggi alla curia romana manca il dialogo interno. I dicasteri non si parlano, non c’e’ comunicazione. E questo stato di cose va cambiato”. Aperture sono state chieste anche per temi spinosi come quello delle coppie divorziate e risposate. ”Il divieto di dare la comunione ai divorziati risposati e’ una ferita. – ha ammesso Kasper – Non voglio indicare io quale strada seguire, ma una cosa e’ certa: occorre un ripensamento serio sul tema. Serve l’umilta’ di affrontare l’argomento caso per caso. La norma puo’ essere modificata a seconda delle diverse situazioni”. gc/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su