Header Top
Logo
Lunedì 27 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Costa Concordia: sversamento idrocarburi per rottura valvola in manovra

colonna Sinistra
Martedì 5 marzo 2013 - 19:24

Costa Concordia: sversamento idrocarburi per rottura valvola in manovra

(ASCA) – Firenze, 5 mar – Lo sversamento di idrocarburi dalrelitto della Costa Concordia, che si e’ verificato domenica,e’ stato causato dalla rottura di una valvola provocata da”un urto in manovra”. Lo rende noto l’Osservatorio per larimozione della Concordia. Il presidente Maria Sargentini ricorda che l’Osservatoriodeve mantenere ”un rapporto stretto tra tempi dei lavori esicurezza; sia ambientale che del lavoro impegnato. Perquesto abbiamo valutato piu’ come un segnale in questadirezione che come un allarme sulla stabilita’ e lecondizioni dello scafo il leggero sversamento di idrocarburiavvenuto domenica, e subito risolto. Costa ha confermato chee’ stato un urto in manovra a causare la rottura dellavalvola; tutte le valvole saranno comunque controllate, ma aquesto punto dobbiamo tenere conto anche di una situazione dilavoro concentrato in un cantiere di poche centinaia di metriquadri riempito da un gran numero di mezzi in movimento, e dioperai e tecnici al lavoro”.

E mentre prosegue uno stretto monitoraggio ambientaleintorno al cantiere che segnala una situazione sempre sottocontrollo, l’Osservatorio ha iniziato oggi a valutare unmodello di studio sui possibili comportamenti delle acquetrattenute nello scafo.

”E’ importante che siamo in grado di capire cosa stasuccedendo all’interno della nave per anticipare quantopotra’ accadere al momento del raddrizzamento – sottolinea lapresidente -. Le acque interne risultano al momento bencompartimentate, e quindi senza contatto con l’esterno erischi di contaminazione; ma noi dobbiamo conoscere lemodificazioni chimico-fisiche avvenute nel tempo, e costruireun piano di azione che potra’ articolarsi, come gia’ detto,tra il recupero e la prevenzione di quanto potra’ comunquefuoriuscire e mischiarsi alle acque esterne”.

afe/mau

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su