Header Top
Logo
Sabato 24 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Benedetto XVI: Scola, sua rinuncia impone scatto di responsabilita’

colonna Sinistra
Martedì 5 marzo 2013 - 11:30

Benedetto XVI: Scola, sua rinuncia impone scatto di responsabilita’

(ASCA) – Milano, 5 mar – ”La rinuncia di Benedetto XVI al ministero petrino e l’attesa orante del nuovo Papa domandano a tutti noi uno scatto di verita’ e responsabilita”’. Cosi’ il Cardinale Angelo Scola, Arcivescovo di Milano, si sofferma sulla fase di transizione che sta vivendo il Vaticano nel corso del suo intervento di saluto alla cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico 2012-2013 dell’Universita’ Cattolica del Sacro Cuore. Scola e’ oggi a Roma per i preparativi dell’imminente Conclave. Tuttavia l’Arcivescovo di Milano ha comunque voluto inviare un messaggio di saluto agli studenti dell’ateneo fondato da Padre Agostino Gemelli. E la figura di Benedetto XVI e’ il filo conduttore del suo breve intervento. ”Benedetto XVI – evidenzia – non ha cessato di invocare il rispetto dell’ampiezza della ragione, articolata nella pluralita’ delle sue capacita’ e funzioni, e quindi ne’ arbitraria, ne’ indifferenziata, pena la caduta nella frammentazione del senso”. Ma per realizzare concretamente il richiamo di Papa Ratzinger, secondo Scola, ”e’ necessario che l’Universita’ sia veramente una communitas docentium e studentium in cui sia possibile imparare questa ampiezza della ragione perche’ la si comtempla all’opera. In questo senso il rapporto maestro-discepolo, che rende possibile allo studente prendere parte in prima persona al cammino di ricerca della verita’ intrapreso dal docente, e’ insostituibile. Non c’e’ libro o studio personale – ha detto ancora l’Arcivescovo di Milano – che riesca a far scattare il fascino per la verita’ senza l’incontro con un maestro sul cui volto si percepisca presente tale fascino”. fcz/sam/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su