Header Top
Logo
Giovedì 29 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Roma: Tentano di spillare 300mila euro con truffa ‘Rip Deal’. Arrestati

colonna Sinistra
Martedì 26 febbraio 2013 - 11:27

Roma: Tentano di spillare 300mila euro con truffa ‘Rip Deal’. Arrestati

(ASCA) – Roma, 26 feb – ”Rip-deal”, affare strappato, e’ iltipo di truffa che tre rom e un italiano, denunciati daiCarabinieri della Stazione Roma Via Veneto, stavano permettere in atto ai danni di un imprenditore pugliese a cuistavano per ‘spillare’ 300mila euro. Si tratta, spiegano iCarabinieri, di un raggiro sempre piu’ diffuso, che consistein un cambio di valuta con la promessa di guadagniconsiderevoli in occasione del trasferimento di denaro. Le indagini sono partite da una segnalazione fatta da unCarabiniere, effettivo al Comando Legione ”Lazio” che,libero dal servizio, aveva notato i movimenti sospetti deidenunciati nei pressi di un lussuoso hotel del centro. Ilgruppo criminale aveva contattato telefonicamente la vittima,un imprenditore pugliese che aveva deciso di vendere dueimmobili commerciali pubblicando l’annuncio sulla rete,invitandolo a raggiungerli a Roma. I Carabinieri dellaStazione di via Veneto, in borghese sul posto, sono riuscitia individuare uno dei soggetti segnalati il quale dopo averpreso in affitto una stanza, non averla usata ed averlapagata in contanti, circa 1.000 euro, era davantiall’albergo, in taxi, con al seguito due grosse valigecaricate a fatica dai facchini: all’interno pezzi di mobile,ante e cassetti con il doppio fondo che sarebbe servito acompiere il raggiro. Da un lato sarebbero state mostrate lebanconote ”vere” prelevate da un cassetto col doppio fondo,dall’altro i soldi falsi, sistemati poi nella valigetta del”truffato” che oltre al danno per il mancato affare avrebbesubito anche la beffa di perdere i soldi che dovevacambiare.

Fermati, in un bar poco lontano, i complici: tre rom di 40,38 e 37 anni, in doppio petto, Rolex e Mercedes (tuttosequestrato dai Carabinieri poiche’ di dubbia provenienza edutilizzato per realizzare la truffa). I quattro sono statidenunciati per tentata truffa aggravata in concorso.

red/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su