Header Top
Logo
Giovedì 23 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Costa Concordia: sindaco Giglio, evidenti problemi tecnici rimozione

colonna Sinistra
Giovedì 21 febbraio 2013 - 12:13

Costa Concordia: sindaco Giglio, evidenti problemi tecnici rimozione

(ASCA) – Firenze, 21 feb – Nei lavori di rimozione dellaCosta Concordia dall’Isola del Giglio ci sono ”evidentiproblemi tecnici che, di volta in volta, si ripropongono erischiano di rallentare i lavori sulla nave”.

Lo afferma Sergio Ortelli, sindaco di Isola del Giglio, nelgiorno in cui si riuniscono a Roma, davanti al ministroCorrado Clini, Regione Toscana, Osservatorio, il Commissarioper l’emergenza e i dirigenti di Costa Crociere che dovrannopresentare lo stato dei lavori e le proposte di rimozione.

”In vista dell’incontro di oggi, al quale si e’ ritenuto nonfar partecipare il Comune di Isola del Giglio, prendiamo attoche, ad un mese dall’inizio della stagione turistica ladiscussione dentro e fuori l’Osservatorio e le interlocuzionicon Costa Crociere, si sono spostate quasi esclusivamente sultema del porto di destinazione del relitto, ribaltandosostanzialmente l’ordine delle priorita’: liberare l’Isoladel Giglio dal relitto della Costa Concordia”, denunciaOrtelli. Il sindaco afferma che i gigliesi non sono ”piu’disponibili a tollerare, soprattutto in presenza di evidentiproblemi tecnici che, di volta in volta, si ripropongono erischiano di rallentare i lavori sulla nave. Il Giglio haavuto fino ad oggi estrema comprensione e pazienza. Ma c’e’un limite che non puo’ essere oltrepassato. Ed e’ quello delrispetto civico e del futuro economico e sociale di un interoterritorio che e’ patrimonio toscano e italiano”. In questo contesto, il Comune di Isola del Giglio, ”secontinuera’ a venir meno il rispetto per la sua popolazione,uscira’ formalmente dall’Osservatorio sui lavori di rimozionedella Costa Concordia”. Il primo cittadino chiede che il governo ”Governo sifaccia carico di spingere per una rimozione piu’ rapida delrelitto e Costa Crociere torni a confrontarsi con noi comeinterlocutore affidabile e serio senza anteporre i propriinteressi di mercato a quelli piu’ generali di una comunita’con un futuro a rischio. Chiediamo rispetto e considerazioneperche’ le prospettive iniziali sono state pregiudicate daritardi e da situazioni, come quella portuale, in pienaviolazione delle indicazioni fornite dal ConsiglioComunale”.

afe/mau/bra

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su