Header Top
Logo
Lunedì 20 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Ambiente: Anbi, serve cultura della prevenzione non dell’emergenza

colonna Sinistra
Giovedì 21 febbraio 2013 - 17:40

Ambiente: Anbi, serve cultura della prevenzione non dell’emergenza

(ASCA) – Roma, 21 feb – ”Di fronte allo strutturarsi dieventi meteorologici estremi, notiamo con preoccupazione laformazione di una cultura dell’emergenza invece che dellaprevenzione”. A dirlo e’ Massimo Gargano, che ha presentato,a Roma, il documento ‘Proposte per crescita: sicurezzaterritoriale, alimentare ed ambientale’, redattodall’Associazione Nazionale Bonifiche e Irrigazioni (Anbi),di cui e’ presidente.

L’azione dei Consorzi di bonifica e di irrigazione,informa l’ Anbi, copre il 50% del territorio italiano (oltre17 milioni di ettari, nei quali rientrano tutta la pianura,la maggior parte delle colline ed una parte minore dellamontagna); essi realizzano e provvedono alla manutenzione,nonche’ all’esercizio di impianti, canali ed altreinfrastrutture destinate alla tutela del territorio edall’irrigazione.

”La sicurezza territoriale, alimentare ed ambientale -insiste Gargano – e’ presupposto indispensabile per lacrescita economica di qualsiasi Paese e soprattuttodell’Italia, causa la fragilita’ del territorio el’accentuata variabilita’ climatica”.

Per quanto riguarda la salvaguardia del territorio,l’Anbi, dall’anno 2010, redige una proposta di Piano per laRiduzione del Rischio Idrogeologico, elaborata sulla basedelle indagini e delle indicazioni effettuate dai Consorzi dibonifica. Il Piano e’ stato aggiornato nel 2011 e nel 2012(contempla 2943 interventi per un importo complessivo di6.812 milioni di euro) ed e’ in corso di ulterioreaggiornamento. ”Se e’ indispensabile intervenire in caso di emergenza -prosegue Gargano – e’ altrettanto necessario agirepreventivamente attraverso azioni e regole comportamentali,che determinino la riduzione del rischio idrogeologico. Ilmessaggio e’: meno emergenza, piu’ prevenzione; la tutela edil risanamento idrogeologico del territorio costituisconopriorita’ strategiche per garantire, al Paese, quellecondizioni territoriali indispensabili per la ripresa dellacrescita economica”. Il documento Anbi, conclude la nota,ricorda anche la particolare attenzione dell’Europa aiproblemi della sicurezza territoriale e della prevenzione, dicui e’ testimonianza la direttiva relativa alla valutazioneed alla gestione del rischio alluvioni.

com/mpd

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su