Header Top
Logo
Venerdì 24 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Tumori: studio, in 20 anni raddoppiata mortalita’ donne. Killer polmone

colonna Sinistra
Mercoledì 13 febbraio 2013 - 20:36

Tumori: studio, in 20 anni raddoppiata mortalita’ donne. Killer polmone

(ASCA) – Roma, 13 feb – Il cancro al polmone potra’ superareil cancro al seno come causa principale di morte per tumoretra le donne europee attorno alla meta’ del decennio: loevidenzia una nuova ricerca, condotta dall’Istituto MarioNegri, dell’ Universita’ degli Studi di Milano edell’Universita’ di Losanna, pubblicata sulla rivista Annalsof Oncology. In Italia, le donne hanno iniziato a fumare piu’tardi e fumano meno che in altri Paesi europei, diconseguenza la mortalita’ per tumore al polmone restera’inferiore a quella per tumore al seno, almeno per tuttoquesto decennio.

Lo studio prevede che circa 1,3 milioni di personemoriranno di cancro (737.747 uomini e 576.489 donne) nei 27paesi dell’Unione Europea nel 2013. Nonostante il numero didecessi sia aumentato rispetto al 2009 , si ipotizza che iltasso (standardizzato per eta’ per 100.000 abitanti) dimortalita’ per tumore diminuisca del 6% negli uomini e del 4%nelle donne.

Nonostante questa diminuzione per l’insieme dei tumori, itassi di mortalita’ per cancro ai polmoni continuano a salirenelle donne in tutti i paesi, mentre quelli per tumore allamammella scendono. Per il 2013 si stimano 88.886 decessi(14,6 per 100.000 donne) per cancro al seno e 82.640 morti(14 per 100.000 donne) per cancro ai polmoni. Si prevede chei decessi per cancro al polmone aumentino del 7% tra le donneeuropee dal 2009.

”Se queste tendenze opposte per la mortalita’ da tumoreal seno e al polmone nelle donne dovessero continuare -spiega Matteo Malvezzi, del’Istituto di RicercheFarmacologiche ‘Mario Negri e primo autore dello studio – nel2015 il cancro al polmone diventera’ la prima causa dimortalita’ per cancro in Europa. Questa situazione si e’ gia’verificata nel Regno Unito e in Polonia, i due paesi con itassi di cancro al polmone piu’ elevati. L’aumento dimortalita’ per cancro al polmone per le donne nel Regno Unitoriflette la maggiore prevalenza di giovani donne fumatricialla fine degli 1960 e negli anni 1970, forse a causa deicambiamenti negli atteggiamenti socio-culturali in quelperiodo. Tuttavia, oggi nel Regno Unito e nel resto d’ Europameno giovani donne fumano e, di conseguenza, le morti percancro ai polmoni potrebbero iniziare a stabilizzarsi dopo il2020 con una mortalita’ di circa 15 per 100.000 donne”.

Lo studio ha esaminato tassi di mortalita’ per tumore intutta l’UE (27 stati membri al 2007) e nei sei paesi con lapopolazione piu’ alta – Francia, Germania, Italia, Polonia,Spagna e Regno Unito – per tutti i tumori, e,individualmente, per i tumori di stomaco, intestino,pancreas, polmone, della prostata, della mammella, dell’utero(cervice compresi) e le leucemie. ”Il messaggio chiave per i governi dell’UE – continuaCarlo La Vecchia, Capo del Dipartimento di Epidemiologia edocente all’Universita’ Statale di Milano, autore eresponsabile dello studio – e’ la lotta contro il fumo, inparticolare tra gli uomini e le donne di mezza eta’, cioe’ legenerazioni di europei maggiormente esposti al fumo. Se siriuscisse ad aiutare e incoraggiare piu’ persone a smetteredi fumare, o a dissuaderle dal cominciare, in Europa sipotrebbero evitare centinaia di migliaia di morti per cancroogni anno. Altre misure di prevenzione , sottolineano iricercatori, sono il controllo dell’abuso di alcolici e delsovrappeso, cosi’ come l’ottimizzazione della diagnosi e deltrattamento del cancro. red/mpd

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su