Header Top
Logo
Lunedì 24 Luglio 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Ricerca: scoperto materiale ‘intelligente’ per il rilascio farmaci

colonna Sinistra
Venerdì 8 febbraio 2013 - 11:17

Ricerca: scoperto materiale ‘intelligente’ per il rilascio farmaci

(ASCA)- Firenze, 8 feb – Un gruppo di ricercatoridell’Universita’ di Firenze e del CNR ha scoperto un nuovomateriale ‘intelligente’, potenzialmente capace di rilasciareun farmaco in una superficie di pochi nanometri, nella misurae nella concentrazione desiderata e nei tempi prestabiliti. Il materiale funziona come una sorta di spugna, grande pochinanometri (nano-spugna), in grado di essere caricata disostanze farmacologicamente attive. Al suo interno vengonodisperse nano-particelle d’oro che, sollecitate da impulsi diluce ad opera di un laser, aumentano localmente latemperatura provocando il rilascio controllato della molecolafarmaco. La ricerca e’ stata oggetto di un articolo(‘Light-responsive nanocomposite sponges for on demandchemical release with high spatial and dosage control’) dellarivista Journal of Materials Chemistry B.

L’equipe di ricerca e’ guidata da Luigi Dei, Direttore delDipartimento di Chimica ‘Ugo Schiff’ dell’Universita’ diFirenze, e da Paolo Matteini e Roberto Pini, dell’Istituto diFisica Applicata ‘Nello Carrara’ del CNR (IFAC-CNR). ”Laricerca ha richiesto un approccio multidisciplinare e un annoe mezzo di lavoro – spiegano i coordinatori – cercavamo unmateriale che avesse alcune specifiche proprieta’ chimicofisiche e simulasse l’azione della spugna. Oggi abbiamoindividuato un biopolimero poroso capace di inglobarenano-particelle d’oro in grado di catturare la luce laser.

Una volta intriso del principio attivo, il biopolimero porosoriesce poi a spremerlo fuori nel punto, nei tempi e nellaquantita’ programmati, grazie agli incrementi di temperaturaoriginati dagli impulsi di luce. Ora che abbiamo trovato ilmateriale ci concentreremo sulle prove in vivo – proseguono iricercatori – poi tutto dovra’ essere miniaturizzato eingegnerizzato fino ad arrivare al prototipo”.

afe/rus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su