Header Top
Logo
Lunedì 26 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Scuola: Filippi (Anci), istituti superiori musicali a rischio chiusura

colonna Sinistra
Giovedì 7 febbraio 2013 - 17:00

Scuola: Filippi (Anci), istituti superiori musicali a rischio chiusura

(ASCA) – Roma, 7 feb – ”La situazione e’ ormai veramentedrammatica ed i comuni non sono piu’ nelle condizioni diattendere ulteriormente. La pesante situazione economica, iconsistenti tagli e i vincoli imposti ai bilanci cui da annisono sottoposti gli Enti locali stanno mettendo in seriopericolo lo svolgimento delle normali attivita’ degliIstituti superiori di studi musicali con il rischio semprepiu’ concreto di chiusura”. E’ quanto ha dichiaratol’assessore del Comune di Carpi Maria Cleofe Filippi,intervenuta oggi in rappresentanza dell’Anci al Convegnoorganizzato ad Ancona da Flc-Cgil, Cisl Universita’ e Uil-Rua su ‘L’alta formazione artistica e musicale negli istitutisuperiori di studi musicali: problemi e proposte’.

”I costi del personale docente e non docente di taliistituti, nonche’ la gestione delle strutture, spessosottoposte a vincoli dei beni artistici, con costi moltorilevanti di messa in sicurezza e manutenzione – spiegal’assessore Filippi – ricadono per la quasi totalita’ suibilanci dei Comuni e delle Province, ove tali istituzionihanno la loro sede, e che attendono ormai da tredici anni ilcompletamento della statizzazione prevista dalla legge, chenon prevede risorse a sostegno della propria attuazione”.

”La richiesta unanime degli Enti locali e’ che si pongada parte dei competenti organi istituzionali la dovutaattenzione ad una questione che – aggiunge – pur interessando un numero ristretto di comuni e Province, vede coinvoltimigliaia di ragazzi e centinaia tra docenti e personale chequotidianamente opera in tali istituti”. ”Un patrimonio culturale ed un prestigio nazionale cherischiamo di perdere se non si interviene con le soluzioniche da anni andiamo sollecitando: un percorso distatizzazione con un graduale inquadramento nei ruoli statalidi tutto il personale che aspettiamo dal 1999 – concludel’esponente Anci – un impegno finanziario statale immediato enon impossibile per la consistenza della richiesta(basterebbero 21 milioni) che consenta la sopravvivenza el’avvio di un percorso di ridisegno del sistema per renderlosostenibile”.

com/mpd

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su