Header Top
Logo
Giovedì 23 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Minori: Intesa Telefono Azzurro-Dap su bambini nelle carceri

colonna Sinistra
Martedì 5 febbraio 2013 - 20:57

Minori: Intesa Telefono Azzurro-Dap su bambini nelle carceri

(ASCA) – Roma, 5 feb – Il Ministero della Giustizia -Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria e TelefonoAzzurro hanno oggi siglato a Roma un Protocollo d’Intesa alfine ”di instaurare forme di collaborazione stabili eorganiche mirate a garantire un supporto concreto a tuttiquei bambini di cui uno o entrambi i genitori in carcere”.

Secondo una recente ricerca finanziata dall’Unione europeae svolta in collaborazione con il DAP – Dipartimentodell’Amministrazione Penitenziaria, sono oltre 900 mila inEuropa e 95 mila in Italia i bambini separati da un genitoredetenuto, che ogni anno entrano in carcere per incontrare ilproprio genitore. Nel 65% delle carceri italiane l’incontroavviene in locali non adeguati e, nel 76% dei casi, senza ilsupporto di personale specializzato per partecipare allevisite dei bambini.

”Con la sottoscrizione del protocollo – ha dichiarato ilPresidente di SOS Il Telefono Azzurro Ernesto Caffo – ilMinistero della Giustizia rafforza il suo l’impegno a favoredei bambini e delle famiglie dei detenuti, riconoscendo ilruolo fondamentale di un servizio totalmente gratuito che lanostra associazione svolge quotidianamente ormai da oltre 15anni in ben 15 istituti penitenziari, intervenendo in primapersona – durante e dopo il carcere – per ricostruire untessuto sociale e familiare lacerato ed evitando traumi esofferenze ad oltre 10 mila bambine e bambini ogni anno”.

Dal 1999 Telefono Azzurro promuove e realizza il Progetto”Bambini e Carcere”, nato come impegno dei volontaridell’Associazione e con l’obiettivo di promuovere da un latouno sviluppo adeguato del bambino che si trova inserito inuna situazione di detenzione, valorizzando e supportando larelazione con la madre e costruendo le basi perche’ riesca adaccedere alle risorse esterne al carcere; e, dall’altro, disupportare l’ingresso e la permanenza all’internodell’istituto del bambino e dell’adolescente che si recano adincontrare il genitore/parente detenuto attraversol’allestimento di spazi idonei e la presenza del personalevolontario specializzato. Ben 10.046 sono stati i bambini e iragazzi che hanno usufruito nel 2012 del Progetto, a frontedei circa 100.000 che ogni anno visitano i genitori incarcere, con una percentuale pari al 10% che si eleva a circail 25% rapportato ai soli Istituti dove il Progetto e’attivo.

Grazie al protocollo siglato oggi , i singoli IstitutiPenitenziari potranno ricondurre e formalizzare le pregresseattivita’ svolte dai gruppi di volontariato di TelefonoAzzurro, anche allo scopo di rafforzare in ambito locale lereti gia’ esistenti con le istituzioni locali e renderneancora piu’ efficace il funzionamento con particolareriguardo alle azioni di sostegno anche nella faseimmediatamente successiva all’uscita dal carcere.

com/mpd

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su