Header Top
Logo
Sabato 25 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Terremoto: notte di paura in Garfagnana, gente in strada per un allarme

colonna Sinistra
Venerdì 1 febbraio 2013 - 08:51

Terremoto: notte di paura in Garfagnana, gente in strada per un allarme

(ASCA) – Firenze, 1 feb – Notte di paura in Garfagnana(Lucca), dove pochi giorni fa si era registrata una fortescossa di terremoto, per un allarme di un nuovo evento, chepoi non si e’ verificato. Ieri sera la Protezione civile comunale di CastelnuovoGarfagnana ha diffuso un allarme per una possibile nuovascossa: ”A seguito della comunicazione pervenuta dallaPresidenza del Consiglio dei Ministri si consiglia di usciredi casa e rimanere all’aperto”, si leggeva in un tweet. Inun messaggio successivo i cittadini venivano invitati arecarsi nei ”punti di raccolta” mentre veniva aperto ilPalazzetto dello sport. Molte persone si sono riversate instrada e hanno dormito in macchina.

In una nota la Provincia di Lucca, alle 23, affermava che”il Dipartimento nazionale di protezione civile hacomunicato che nelle prossime ore potrebbero verificarsialtre scosse di terremoto con epicentro in prossimita’ diCastelnuovo di Garfagnana. La sala operativa integrata dellaProvincia di Lucca e della Prefettura e’ attiva e sono stateallertate le forze dell’ordine, i vigili del fuoco e i gruppidi volontariato”. In seguito, alle 5 della mattina, lastessa Provincia precisava che ”il Dipartimento dellaProtezione Civile Nazionale facendo seguito alla precedentenota inviata in data 31 gennaio 2013 ha precisato di non averformulato alcuna previsione di forti terremoti, masemplicemente una valutazione sulla possibile evoluzionedella sequenza iniziata il 25 gennaio e che le conoscenzeattuali indicano che le sequenze come quella in atto si sonogia’ verificate ripetutamente in passato senza culminare inscosse distruttive, pur non essendo possibile prevedernel’evoluzione”. Oggi comunque, a Castelnuovo Garfagnana, le scuole sonochiuse mentre e’ in corso nelle frazioni un sopralluogo dellaProtezione civile comunale. afe/res

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su