Header Top
Logo
Sabato 25 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Salute: Balduzzi, bene intesa fisioterapisti-laureati scienze motorie

colonna Sinistra
Sabato 26 gennaio 2013 - 12:03

Salute: Balduzzi, bene intesa fisioterapisti-laureati scienze motorie

(ASCA) – Roma, 26 gen – ”Ministero della Salute, Ministerodell’Istruzione, Universita’ e Ricerca, Regioni erappresentanze professionali dei fisioterapisti e deilaureati in scienze motorie hanno raggiunto un’intesadefinitiva sugli ambiti di competenza delle due professionial fine di promuovere programmi di attivita’ motoria,finalizzata al mantenimento dello stato di salute,individuando modalita’ di lavoro integrato, ma nonsovrapponibile. L’accordo e’ stato sottoscritto al Tavolotecnico di lavoro attivato presso il Ministero dellaSalute”. E’ quanto si legge in una nota del ministero dellaSalute.

”Scopo dell’intesa e’ quello di delineare meglio l’ambitodi competenza professionale dei laureati in scienze motorieed evidenziare le modalita’ di lavoro integrato per lasalvaguardia della tutela della salute, avvalendosidell’introduzione, nella programmazione nazionale eregionale, della sperimentazione della cosiddetta ‘AFA'(attivita’ fisica adattata), attivita’ che mira aricondizionare lo stato di salute individuale al terminedella riabilitazione, combattere l’ipomobilita’, favorire lasocializzazione e promuovere stili di vita piu’ corretti.

L’obiettivo, dunque, e’ promuovere l’attivita’ motoria, siaper la prevenzione di problemi di salute che per ilmantenimento di uno stato di salute accettabile. Nel farlooccorre pero’ tenere conto dei bisogni di movimento dellediverse categorie di persone cosiddette ‘fragili’, chenecessitano di un approccio piu’ specifico rispettoall’attivita’ motoria standard”, aggiunge la nota.

Il Ministro della Salute, Renato Balduzzi, si dichiarasoddisfatto per il raggiungimento dell’intesa: ”Programmi diquesto tipo devono essere sempre piu’ presenti nei Pianisanitari regionali, perche’ abbiamo bisogno di intensificarela lotta alla sedentarieta’ e promuovere l’attivita’ fisicaattraverso lo sviluppo sul territorio di una rete distrutture per la ‘somministrazione-erogazione’ dell’attivita’fisica presso realta’ specificamente attrezzate come palestree centri sportivi pubblici e privati. Ringrazio irappresentanti delle due professioni per l’impegno profuso eper aver saputo cogliere questa occasione per offrire aicittadini un ulteriore strumento utile per la promozione distili di vita salutari”. com-ceg/rf

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su