Header Top
Logo
Domenica 25 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Agricoltura: Cia, per calo aziende ridurre costi e contratti piu’ sicuri

colonna Sinistra
Giovedì 24 gennaio 2013 - 19:20

Agricoltura: Cia, per calo aziende ridurre costi e contratti piu’ sicuri

(ASCA) – Roma, 24 gen – Quasi diciassettemila imprese in menonel giro di un anno. L’agricoltura paga l’assenza di misure asostegno del settore e perde ‘pezzi’ e vitalita’ scontandoancora una volta sulla sua pelle gli effetti della crisieconomica, dell’introduzione dell’Imu e dei costi produttivirecord. Lo afferma la Cia-Confederazione italianaagricoltori, commentando i dati diffusi oggi da Unioncamere,che registrano la chiusura di 16.791 aziende del settoreprimario nel 2012, con un calo tendenziale del 2%.

A mettere sotto pressione il mondo agricolo e’ soprattuttoil ‘capitolo fiscale’, spiega la Cia. Da una parte c’e’l’Imu, che si abbatte come un macigno sulle aziende, tassandoterreni e fabbricati rurali. E dall’altra la macchinafarraginosa della burocrazia: non solo costa al settore piu’di 4 miliardi di euro l’anno (di cui un miliardo addebitabilea ritardi, disservizi e inefficienze della Pa), ma fa perderea ogni impresa quasi 90 giorni di lavoro l’anno solo perrispondere a tutti gli obblighi tributari e contributivi.

A tutto questo – continua la Cia – si aggiunge la strettacreditizia e l’aumento dei costi di produzione, trascinati inalto dai rincari di gasolio e mangimi, annullando quasi imargini di guadagno delle imprese, che chiudono il 2012 conredditi al palo (+0,3 per cento).

Ma il sistema agroalimentare e’ fondamentale per il Paese,rappresentando oltre il 15% del Pil. Ecco perche’ nellaprossima legislatura serve un impegno serio per il settore daparte della politica – conclude la Cia – nel senso di unariduzione dei costi, di una semplificazione amministrativa efiscale, di un miglioramento dell’accesso al credito, dicontratti sicuri con i soggetti della filiera, soprattuttocon la Gdo e di una spinta decisa verso l’aggregazione.

com/mpd

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su