Header Top
Logo
Giovedì 22 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Agnelli: mons.Nosiglia, lotto’ per salvaguardare patrimonio sociale Fiat

colonna Sinistra
Giovedì 24 gennaio 2013 - 11:57

Agnelli: mons.Nosiglia, lotto’ per salvaguardare patrimonio sociale Fiat

(ASCA) – Torino, 24 gen – ”L’avvocato Agnelli aveva unaforte consapevolezza della necessita’ di salvaguardare ilpatrimonio che rappresentava la Fiat e aveva un autenticosenso di apertura e della responsabilita’ socialedell’impresa”. E’ quanto ha detto l’arcivescovo di Torino,monsignor Cesare Nosiglia, alla messa in Duomo per il decimoanniversario della morte di Gianni Agnelli. Nosiglia haricordato il ruolo di presidente di Confindustria di Agnellie la sua capacita’ di ”intessere un fecondo raccordo” siacon gli altri imprenditori che con il mondo sindacale.

”Questo autentico senso di apertura e di responsabilita’sociale di impresa – ha detto Nosiglia – lo ha anche portatoa considerare ogni lavoratore e la sua famiglia un fattoreportante della produzione, proponendo un modello di welfareaziendale che ancora oggi ritorna di grande attualita”’.

Nosiglia ha poi ricordato che l’avvocato Agnelli ha speso laparte conclusiva della propria vita a lottare ”per difenderenon solo la sua fabbrica, ma tutto quanto essa rappresentavaper Torino e per l’Italia. Aveva chiara la consapevolezza chein un mondo globalizzato, non si trattava solamente dicustodire una bandiera, un simbolo: ma di salvaguardare ilfitto ma articolato patrimonio di attivita’ che una societa’divenuta grande nel mondo aveva accumulato nei decenni. Eraben consapevole – ha proseguito – che ogni segmento dellavoro e della presenza della Fiat venivano moltiplicati inun reticolo di attivita’ indotte soprattutto nel territoriotorinese e che era il sistema Torino nel suo insieme a doveressere tutelato e promosso”.

eg/sam/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su