Header Top
Logo
Sabato 18 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Salute: Fiog, sciopero il 12/02. Solo parti d’emergenza

colonna Sinistra
Mercoledì 23 gennaio 2013 - 11:00

Salute: Fiog, sciopero il 12/02. Solo parti d’emergenza

(ASCA) – Roma, 23 gen – I medici ginecologi iscritti allaFederazione Italiana di Ostetricia e Ginecologia insieme aicolleghi e alle ostetriche/i delle altre sigle e societa’rappresentanti di categoria sciopereranno il 12 febbraio,bloccando le attivita’ ostetrico-ginecologiche. Lo comunicauna nota della Fiog (Federazione Italiana di Ostetricia eGinecologia).

Si invitano le gestanti e la popolazione ad allearsi con imedici nel perseguire gli stessi obiettivi di salute, informala Fiog, e quindi ad aderire all’iniziativa di rivendicazionepresso le forze politiche impegnate nella corsa per ilgoverno della nazione. Questa scelta, prosegue la Fiog, e’ giustificata dallanecessita’ di superare la schizofrenia gestionale fra leazioni di governo che da una parte stimolano la riduzione alricorso al taglio cesareo, il ricorso alle metodicheantalgiche come la parto analgesia farmacologica,l’introduzione dell’assicurazione obbligatoria per i medici;dall’altra attraverso i tagli della spending review (linearie non standard) e delle manovre finanziarie degli ultimi anninon garantiscono le risorse necessarie. ”Gli operatori dei punti nascita italiani, aggiunge laFiog, sono stanchi di fare da ‘parafulmine’ per leresponsabilita’ gestionali e di governo e di ricorrere alla’medicina difensiva’ per l’aumento del contenziosomedico-legale. La medicina difensiva fa si che il medicoricorra ad un maggior numero di esami ed eviti l’interventopiu’ adeguato nei casi rischiosi. Questo determina un aumentodei costi e riduce la tutela del paziente. Chiediamo pertanto al futuro governo, conclude laFederazione, di introdurre la definizione di atto medicocosi’ da ridefinire la responsabilita’ professionale delmedico come avviene in Europa, di stabilire con precisione iconfini del rischio terapeutico e della vera e propriamalpractice, e inoltre di definire i limiti del risarcimentopatrimoniale. Solo con queste misure sara’ possibileriequilibrare la relazione tra medico e paziente e permetterealle assicurazioni di stabilire delle tabelle di rischioattuariale che permetteranno a tutti, medici e pazienti, unanecessaria tutela del rischio professionale”.

com/rus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su