Header Top
Logo
Lunedì 20 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Popolazione: Istat, cresciuta del 4,3% in 10 anni ma grazie a stranieri

colonna Sinistra
Martedì 22 gennaio 2013 - 19:44

Popolazione: Istat, cresciuta del 4,3% in 10 anni ma grazie a stranieri

(ASCA) – Roma, 22 gen – Dai dati dell’ultimo censimento, lapopolazione residente in Italia e’ cresciuta del 4,3% fra il2001 e il 2011 (sostenuta esclusivamente dall’incrementodella componente straniera) e ammonta a 59.433.744 unita’. E’quanto evidenzia l’Istat nell’indagine ‘Noi Italia’, diffusaoggi, Al 1* gennaio 2012 ci sono 147,2 anziani ogni 100giovani. In Europa solo la Germania presenta un indice divecchiaia piu’ accentuato. La Liguria si conferma la regionepiu’ anziana, mentre la Campania, con un indice per la primavolta superiore a 100, la piu’ giovane.

Nel 2011 il rapporto fra popolazione giovane e anziana epopolazione in eta’ attiva (indice di dipendenza) raggiungeil 53,1%; il valore minimo si registra nel Mezzogiorno(50,0%), il massimo nel Nord-ovest (55,0%), mentre la regionecon l’indice piu’ alto e’ la Liguria. Nel contesto europeol’Italia si colloca al quarto posto.

L’Italia presenta una crescita naturale della popolazioneleggermente negativa ed e’ agli ultimi posti in ambitoeuropeo, vicino alla Grecia e al Portogallo; viceversa,l’aumento dovuto ai fenomeni migratori e’ significativo ecolloca l’Italia ai primi posti della graduatoria dei paesipiu’ ”attrattivi”. La vita media delle donne e’ di 84 anni e mezzo, quella degliuomini poco piu’ di 79 anni, fra le piu’ lunghe dell’Unioneeuropea. L’Italia si posiziona tra i paesi a bassa fecondita’, con1,39 figli per donna secondo le stime del 2011. L’eta’ mediaal parto continua a crescere e si attesta ora a 31,4 anni. Nel 2010 sono stati celebrati 3,6 matrimoni ogni 1.000abitanti. Nel Mezzogiorno ci si sposa di piu’ che nelCentro-Nord; nel Nord-est il 49,3% delle coppie ha scelto ilrito civile. L’Italia e l’Irlanda sono i paesi Ue con la piu’ bassaincidenza di divorzi, rispettivamente 0,9 e 0,7 ogni 1.000abitanti. Nel nostro Paese lo scioglimento per via legaledelle unioni e’, tuttavia, un fenomeno in costante crescita:tra il 2000 e il 2010 le separazioni sono aumentate da 12,6 a14,6 e i divorzi da 6,6 a 9,0 ogni 10 mila abitanti.

red/mpd

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su