Header Top
Logo
Domenica 25 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Sanita’: Anaao, crescita denunce medici inquina rapporto con paziente

colonna Sinistra
Venerdì 18 gennaio 2013 - 14:22

Sanita’: Anaao, crescita denunce medici inquina rapporto con paziente

(ASCA) – Roma, 18 gen – ”La dichiarazione di sciopero degliostetrici ginecologi rappresenta solo la punta di un icebergche nasconde inquietudini e paure non confinate nei puntinascita, visto che nella graduatoria delle denunce troviamoanche i medici di pronto soccorso, gli oncologi, i chirurghiin genere e quelli ortopedici in particolare”. Lo ha dettoil Segretario Nazionale di Anaao Assomed, Costantino Troise.

”La crescita esponenziale del contenzioso medico legalecontro i Medici, e non solo – ha aggiunto – produceinquinamento della relazione medico-paziente, l’adozione diprocedure difensive da parte dei professionisti, l’incrementodei premi di assicurazione a carico dei medici e delleAziende”.

”Oggi le aziende sanitarie – ha proseguito Troise -ossessionate dalla logica del pareggio di bilancio,sottovalutano il ruolo delle carenze organizzative estrutturali nel determinare gli eventi avversi. E lasciano ilmedico sempre piu’ solo, schiacciato tra rischio dicontenzioso e logiche aziendali non sempre orientateall’aumento della sicurezza delle cure per operatori epazienti. La campagna elettorale e’ l’occasione giusta pervalutare la volonta’ dei Partiti di trovare soluzionistrutturali non piu’ rinviabili. Senza le quali, la protesta,fino ed oltre lo sciopero, sara’ generale”.

”Il sistema sanitario non sara’ mai sostenibile se lamedicina difensiva rimane l’unico scudo a disposizione di unmedico che rischia di rispondere in proprio, anche in sedepenale – ha concluso – delle conseguenze dannose di un suoatto, decontestualizzato rispetto al suo valore sociale, e diuscire dall’ospedale, varcato come apprezzato professionista,alla stregua di un aggressore o di un assassino”.

com/mpd

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su