Header Top
Logo
Mercoledì 28 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Chiesa: domani Giornata riflessione e dialogo tra cattolici ed ebrei

colonna Sinistra
Mercoledì 16 gennaio 2013 - 09:41

Chiesa: domani Giornata riflessione e dialogo tra cattolici ed ebrei

(ASCA) – Roma, 16 gen – La Settima Parola, ‘Non commettereadulterio’ (Esodo 20, 1.14), sara’ al centro dell’incontroche domani, 17 gennaio, celebrera’ a livello diocesano laGiornata di riflessione ebraico cristiana. La conferenza,organizzata dall’Ufficio per l’ecumenismo e il dialogo delladiocesi di Roma, si svolgera’ nell’Aula Multimediale Pio XIdell’Universita’ Lateranense, a partire dalle 17.30.

Dopo il saluto del rettore, il vescovo Enrico dal Covolo,interverranno Riccardo Di Segni, rabbino capo della Comunita’ebraica di Roma, e il gesuita padre Reinhard Neudecker,docente emerito di Letteratura rabbinica al PontificioIstituto Biblico e alla Pontificia Universita’ Gregoriana.

Come ogni anno, in occasione della ‘Giornata perl’approfondimento e lo sviluppo del dialogo tra cattolici edebrei’, e’ stato redatto un sussidio a cura del presidentedella Commissione episcopale Cei per l’ecumenismo e ildialogo, monsignor Mansueto Bianchi (vescovo di Pistoia), edel rabbino Elia Enrico Richetti, presidente dell’Assembleadei Rabbini d’Italia. ”Le ‘Dieci Parole’ – scrivono i due curatori nellaPresentazione – chiedono il rispetto, la protezione dellavita, contro ogni ingiustizia e sopruso, riconoscendo ilvalore di ogni persona umana, creata a immagine e somiglianzadi Dio”. Inoltre, ”chiedono di conservare e promuovere la santita’della famiglia nella quale si realizza la santificazionedelle rispettive identita’ sessuali”. In particolare, ”la’Settima Parola’ riguarda la santificazione del Nome di Dionel patto di alleanza che l’uomo e la donna stringono davantia lui, e che vincola i due sposi, consacrati l’uno all’altrae reciprocamente per un amore sessualmente intimo,gioiosamente vissuto con apertura verso la procreazione deifigli, secondo il piano divino della creazione e dellaredenzione”. E concludono: ”’Non farai adulterio’ (Es 20, 14), nellasua concisione, esprime il progetto di Dio per i suoi figli efiglie, chiamati a vivere nella santita’ della vita coniugaleresa sacra dall’Eterno”.

dab/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su