Header Top
Logo
Giovedì 29 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Torino: Gdf sequestra 80 kg di eroina, un arresto

colonna Sinistra
Lunedì 14 gennaio 2013 - 11:23

Torino: Gdf sequestra 80 kg di eroina, un arresto

(ASCA) – Torino, 14 gen – Il sequestro di oltre 80 kg dieroina purissima e di un attrezzato laboratorio per lalavorazione dello stupefacente e l’arresto di un trafficantedi droga sono il risultato di un’importante operazionecondotta dagli uomini del Nucleo Polizia Tributaria di Torinonel Comune di Stra (Ve), piccolo centro della Riviera delBrenta. Le indagini della Guardia di Finanza, coordinatedalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procurapiemontese, hanno consentito di individuare un ventottenne diorigine albanese, residente nel Monferrato, il quale si eratrasferito in Laguna, dove aveva allestito un vero e propriolaboratorio usato per ”tagliare” e confezionare lostupefacente. Il blitz – spiega una nota- e’ scattato, quandole Fiamme Gialle hanno intercettato il trafficante mentretrasportava, all’interno di un’autovettura di grossacilindrata, piu’ di 11 chili di eroina purissima appenagiunta dall’Albania. Contestualmente, i militari hanno fattoirruzione nel laboratorio, dove hanno rinvenuto gli altri 70kg. di eroina, gia’ lavorati, pronti per essere immessi nelmercato dello spaccio e diversi macchinari ed attrezzature(presse, miscelatori e bilancini) utilizzati per confezionarele singole dosi. L’intera partita di droga avrebbe consentitodi immettere in consumo circa 80.000 dosi che avrebberofruttato guadagni superiori ai 4 milioni di euro. Oltre allostupefacente, e’ stata sequestrata l’autovettura che, in basead una specifica norma di legge, potra’ adesso essereutilizzata dalla Guardia di Finanza nelle indagini antidroga.

La scelta di stoccare e ”lavorare” l’eroina nel Nord Estnon e’ casuale: tra le direttrici del traffico distupefacenti ”battute” dagli investigatori, quella chedall’Est asiatico conduce in Italia passa attraverso laTurchia e, appunto, l’Albania. Pertanto, le organizzazionicriminali trovano conveniente far arrivare la droga inun’area geografica vicina al confine con l’ex Jugoslavia,”raffinarla”, confezionarla e successivamente smistarlasull’intero mercato nazionale. com/rus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su