Header Top
Logo
Martedì 21 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Roma: 10 anni dell’Auditorium Parco della Musica, tra passato e futuro

colonna Sinistra
Lunedì 14 gennaio 2013 - 18:26

Roma: 10 anni dell’Auditorium Parco della Musica, tra passato e futuro

(ASCA) – Roma, 14 gen – 40 mila metri cubi di cemento, 6milioni di chili di acciaio, 1.600 mq di travi in legno,2.500 piante, 1.100 operai impiegati, 5 ettari di suolooccupati. I numeri dell’Auditorium Parco della Musica di Roma’fotografano’ la grandezza dell’opera che dieci anni fa, dopo66 anni, ha restituito alla Capitale il suo Auditorium. Eoggi, nella Sala Petrassi della struttura, si e’ celebratocon un incontro l’evento, protagonisti i sindaci dellaCapitale che hanno messo un sigillo all’opera: FrancescoRutelli e Walter Veltroni e poi Gianni Alemanno, che haillustrato il futuro che immagina per l’intera area. Diecianni fa, dunque, ai romani e non solo, veniva messo adisposizione questo spazio che ormai e’ entrato a far partedella vita della citta’, aprendo ufficialmente, il 21dicembre del 2002, con l’orchestra dell’Accademia di SantaCecilia diretta da Myung-Whun Chung con Maurizio Pollini alpianoforte, nella Sala Santa Cecilia, la terza delle tre saleinsieme alla Sinopoli e alla Petrassi. Oggi e’ stato Francesco Rutelli a ricordare minuziosamentetutti i passaggi che hanno portato alla realizzazione dellastruttura. Una serie di difficolta’ burocratiche, di lottecon l’opposizione, di problemi che sembravano essereinsormontabili ma che sono stati superati. Un percorso atappe quello tratteggiato da Rutelli, che ha ammesso conamarezza di non credere che oggi ”si potrebbe reggere a queicolpi” riuscendo nella realizzazione di una struttura tantoimportante. Nel ricordare la storia che ha portato allacostruzione dell’Auditorium, Rutelli ha fatto riferimento aquella che fu la battaglia che ingaggio’ l’opposizione,battaglia che Alemanno ha oggi definito ”un errore”. ”Fu un errore da parte dell’allora opposizione dicentrodestra, dire ‘no’ all’Auditorium – ha detto Alemannorivolgendosi all’ex sindaco Rutelli – mi auguro chequell’errore sia da lezione anche per le opposizioni di oggi,perche’ si possono far valere anche con durezza le proprieragioni senza penalizzare progetti importanti che durano neltempo”. ”Nella prossima campagna elettorale – ha aggiuntoAlemanno – mi auguro ci sia spazio per una discussionesull’importanza della cultura per la crescita economica delPaese”. Dello stesso parere i due, su quello che Rutelli habollato come il male italiano ”il disfare” che impedisce alPaese di crescere e che andrebbe sostituito con il ”gioco disquadra”. Un gioco di squadra che funziono’ – come spiegato daVeltroni – perche’ ci fu ”una continuita’ di ispirazione tragiunte diverse”. Un lungo iter che ha portato alla creazionedi uno spazio culturale che, in un tempo di crisi come quelloattuale, sta dimostrando che la cultura paga. E comericordato dal Presidente della Fondazione Musica per Roma,Aurelio Regina, l’Auditorium ospita 1.200 eventi all’anno,accogliendo oltre 10 milioni di spettatori, con la presenzadi 7.500 artisti. Dunque ”non una cattedrale nel desertocome venne definita anni fa – ha osservato Carlo Fuortes,Amministratore delegato della Fondazione Musica per Roma – mauna cattedrale” che anche in questo momento di crisi offrerisultati positivi. ”In questo periodo di pianto – ha aggiunto – non possiamodire che l’Auditorium ci delude”. Una giornata quella dioggi per ripercorrere la genesi dell’Auditorium, perdimenticare le ruggini che, tra Rutelli e Alemanno, nonsembrano essere del tutto archiviate. Un botta e risposta trai due ha caratterizzato la giornata: ”Sei spocchioso”l’accusa di Alemanno a Rutelli, che ha risposto ”hai dettouna cosa fuori luogo”, hanno animato il dibattito che si e’acceso sulla vicenda dell’Ara Pacis. A far da ‘paciere’ Veltroni, che, relativamenteall’Auditorium e all’area dove sorge non ha dubbi sullepotenzialita’ future: ”Questo puo’ diventare il piu’ grandeparco culturale d’Europa”. bet/mau

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su