Header Top
Logo
Domenica 19 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Ambiente: Istat, nel 2010 spesa industrie di 1,9 mld

colonna Sinistra
Giovedì 10 gennaio 2013 - 10:43

Ambiente: Istat, nel 2010 spesa industrie di 1,9 mld

(ASCA) – Roma, 10 gen – La spesa per investimenti ambientalidelle imprese industriali, nel 2010, e’ risultata pari a1.925 milioni di euro: 1.440 milioni sono stati spesi perimpianti e attrezzature di tipo end-of-pipe2 e 485 milioniper impianti e attrezzature a tecnologia integrata3. Inparticolare, le imprese con 250 addetti e oltre, realizzanol’84,5% degli investimenti end-of-pipe e il 73,2% di quelli atecnologia integrata. Lo comunica l’Istat, in una nota.

Tra il 2009 e il 2010 gli investimenti per la protezionedell’ambiente delle imprese industriali, informa l’Istat,sono diminuiti del 7,2%. Sul totale degli investimenti fissilordi realizzati dalle imprese, quelli per la protezionedell’ambiente incidono per il 4,7%; gli investimentiambientali per addetto risultano invece pari a 463 euro. Il 39,8% della spesa totale e’ destinato alle attivita’ diprotezione e recupero del suolo e delle acque di falda esuperficiali, all’abbattimento del rumore, alla protezionedel paesaggio e protezione dalle radiazioni e alle attivita’di ricerca e sviluppo finalizzate alla protezionedell’ambiente (raggruppate nella voce Altro (38,6% nel2009).

Nell’industria manifatturiera, in particolare, continual’Istat, il peso degli investimenti ambientali sul totaledegli investimenti fissi lordi e’ risultato pari al 2,0%. Laspesa maggiore e’ realizzata dalle industrie dellafabbricazione di coke e prodotti derivanti dalla raffinazionedel petrolio (20,0%), dalle industrie della fabbricazione deiprodotti chimici (12,9%) e dalla metallurgia (10,9%). Nel complesso, le imprese industriali realizzanoprevalentemente investimenti atti a rimuovere l’inquinamentodopo che questo e’ stato prodotto, anziche’ integrare ipropri impianti con tecnologie piu’ ”pulite”, checontribuiscono a proteggere l’ambiente dagli effetti negatividel processo produttivo.

com/rus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su