Header Top
Logo
Lunedì 24 Luglio 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Ambiente: Clini, Catania e Passera, stop commercio scoiattoli alloctoni

colonna Sinistra
Venerdì 4 gennaio 2013 - 18:25

Ambiente: Clini, Catania e Passera, stop commercio scoiattoli alloctoni

(ASCA) – Roma, 4 gen – ”Sono vietati, su tutto il territorionazionale, il commercio, l’allevamento e la detenzione diesemplari di scoiattoli alloctoni”. E’ in attesa di esserepubblicato nella Gazzetta Ufficiale un decreto a tutela delloscoiattolo comune a firma di Corrado Clini, Mario Catania eCorrado Passera.

Per proteggere la biodiversita’ e lo scoiattolo autoctonoormai fortemente minacciato dalla competitivita’ territorialedello scoiattolo grigio, dello scoiattolo di Pallas e delloscoiattolo volpe (Sciurus carolinensis, Callosciuruserythraeus e Sciurus niger), il ministro dell’Ambiente, diconcerto con i ministri delle Politiche agricole e delloSviluppo economico, affronta il problema alla radice e vietala commercializzazione in Italia di queste tre specie, tenutoconto ”del ruolo prioritario che il commercio puo’ assumerenella loro diffusione nell’ambiente naturale”.

”E’ un’importante e positiva novita’ – commenta ilresponsabile fauna e benessere animale di Legambiente,Antonino Morabito – per la prima volta ecco un testo cheaffronta la questione del commercio degli animali e nonsoltanto il contenimento sul territorio degli scoiattolialloctoni. Le misure di controllo, infatti, hanno ben pocosenso finche’ e’ consentito allevare e commercializzare lespecie incriminate. Di fatto, questo testo tutela sia loscoiattolo rosso che le altre specie, di cui impedisce anchel’allevamento in cattivita’. Un ottimo inizio per il 2013 perla tutela degli animali”.

”Considerato – dice il decreto – che l’evidenzascientifica ha dimostrato il rilevante impatto ecologicodelle specie di scoiattoli alloctoni sulla specie nativa” e”considerato che gli scoiattoli alloctoni risultano presentiin Italia con piu’ nuclei distinti e che tale accertatapresenza nel nostro Paese comporta un grave rischio didiffusione ed espansione della specie in buona partedell’Europa continentale”.

red/mpd

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su