Header Top
Logo
Giovedì 29 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Capodanno: Coldiretti, mezzo mld di avanzi su tavole italiani

colonna Sinistra
Mercoledì 2 gennaio 2013 - 09:38

Capodanno: Coldiretti, mezzo mld di avanzi su tavole italiani

(ASCA) – Roma, 2 gen – Circa mezzo miliardo di euro in cibi ebevande rimasti sulle tavole delle feste sono stati salvatidalla spazzatura con la cucina degli avanzi, i cosiddettipiatti del giorno dopo, che con la crisi sono tornatiprepotentemente sulle tavole degli italiani. E’ quanto stimala Coldiretti alla fine delle feste di Capodanno nelsottolineare che con la crisi piu’ di sette italiani su dieci(71 per cento) hanno trascorso a casa il cenone delCapodanno, anche seguendo i programmi televisivi che hannoavuto un ascolto record. Le famiglie nelle feste di fine annoquest’anno hanno anche ridotto gli sprechi nella maggioranzadel 62 per cento utilizzando quello che avanza nei giornisuccessivi magari combinando altre ricette, secondol’indagine Coldiretti/Swg. ”Polpette o polpettoni a base di carne o tartare di pescesono una ottima soluzione per recuperare il cibo del giornoprima, ma anche le frittate possono dare – continua laColdiretti – un gusto nuovo ai piatti di verdura o di pasta,senza dimenticare la ratatouille. La frutta secca in piu’puo’ essere facilmente caramellata per diventare un ottimo’torrone’ mentre con quella fresca si ottengono pasticciate,marmellate o macedonie. E per dare un nuovo sapore ai dolcipiu’ tradizionali, come il pandoro o il panettone, si ricorrespesso alla farcitura con creme”. ”Recuperare il cibo e’ una scelta che – continua laColdiretti – fa bene all’economia e all’ambiente anche conuna minore produzione di rifiuti. Per il tradizionaleappuntamento di fine anno con la tavola gli italiani -conclude la Coldiretti – hanno speso quasi 2 miliardi dieuro, il 3 per cento in meno rispetto allo scorso anno. Conil Capodanno si stima che – rileva la Coldiretti – sianostate stappate almeno 80 milioni di bottiglie di spumante,per una spesa complessiva di 600 milioni di euro.

Ma durante la notte piu’ lunga dell’anno sono stati consumatianche 6 milioni di chili di cotechini e zamponi, con unaumento dell’8 per cento rispetto all’anno scorso, servitiassieme a 10 milioni di chili di lenticchie, ‘chiamate’secondo tradizione a portar fortuna, vista anche lasituazione difficile che vive il Paese”. ”Addirittura cento milioni – conclude la Coldiretti – ichili di panettoni e pandori consumati nelle feste di fineanno, da quelli tradizionali fino alle novita’ propostedirettamente dalle imprese agricole come i dolci all’olio oalla visciole”.

com-dab/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su