martedì 24 gennaio | 12:13
pubblicato il 19/ago/2011 18:10

2 agosto/ Indagati due terroristi tedeschi di estrema sinistra

Per la procura di Bologna è "atto dovuto", nel filone palestinese

2 agosto/ Indagati due terroristi tedeschi di estrema sinistra

Bologna, 19 ago. (askanews) - Due terroristi tedeschi di estrema sinistra del gruppo internazionale di Carlos lo Sciacallo, Thomas Kram e Margot Frohlich, sono indagati nell'inchiesta per la strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980, dove morirono 85 persone e ne rimasero ferite 200 per lo scoppio di una bomba nella sala d'aspetto. Per la procura di Bologna - che ha firmato a luglio l'atto d'iscrizione attraverso il procuratore Roberto Alfonso e il pm Enrico Cieri - si tratta di un "atto dovuto", che completa l'iter di indagini in corso che hanno coinvolto l'Italia, la Francia e la Germania. Quasi una "formalità" - dicono dal palazzo - a seguito della raccolta delle diverse testimonianze e del materiale raccolto tra Francia (dove è stata detenuta la Frohlich) e gli archivi della Stasi tedesca. Per il presidente dell'associazione del familiari delle vittime della strage, Paolo Bolognesi, la notizia diffusa oggi da un quotidiano locale, e confermata dalla Procura, è "uno sviluppo assolutamente insignificante" perché non c'è alcun nuovo elemento per non attribuire la strage al terrorismo di estrema destra e, soprattutto, non c'è ancora "la ferma volontà di arrivare ai mandanti dell'eccidio". Per questo - ha commentato - entro fine anno, sarà presentato ai magistrati bolognesi "un nostro dossier per arrivare ai mandanti" che ha preso corpo dalle carte relative al processo di Brescia sulla strage di piazza della Loggia: "momentaneamente non c'è nulla che possa far cambiare idea rispetto al terrorismo fascista di Valerio Fioravanti e Francesca Mambro". L'iscrizione dei due terroristi fa parte dell'inchiesta "bis" che tenta di dimostrare la cosiddetta "pista palestinese". Il Fronte Popolare di Liberazione della Palestina - è l'ipotesi - si sarebbe vendicato dell'Italia per l'arresto nel 1979 del suo rappresentante Abu Anzeh Saleh, e l'avrebbe fatto per mano della rete di Carlos. Thomas Kram, è esperto di esplosivi e gli inquirenti riescono a dimostrare che pernottò a Bologna tra l'1 e il 2 agosto del 1980; anche Margot Frohlich, l'1 agosto alloggiò nei pressi della stazione felsinea.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
Campidoglio
Roma, riparte maratona bilancio. Ok a emendamenti Giunta Raggi
Bagnasco
Bagnasco: povertà si allarga. Subito reddito di inclusione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: strategia Ue premessa solido sviluppo attività
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4