giovedì 08 dicembre | 18:03
pubblicato il 19/ago/2011 18:10

2 agosto/ Indagati due terroristi tedeschi di estrema sinistra

Per la procura di Bologna è "atto dovuto", nel filone palestinese

2 agosto/ Indagati due terroristi tedeschi di estrema sinistra

Bologna, 19 ago. (askanews) - Due terroristi tedeschi di estrema sinistra del gruppo internazionale di Carlos lo Sciacallo, Thomas Kram e Margot Frohlich, sono indagati nell'inchiesta per la strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980, dove morirono 85 persone e ne rimasero ferite 200 per lo scoppio di una bomba nella sala d'aspetto. Per la procura di Bologna - che ha firmato a luglio l'atto d'iscrizione attraverso il procuratore Roberto Alfonso e il pm Enrico Cieri - si tratta di un "atto dovuto", che completa l'iter di indagini in corso che hanno coinvolto l'Italia, la Francia e la Germania. Quasi una "formalità" - dicono dal palazzo - a seguito della raccolta delle diverse testimonianze e del materiale raccolto tra Francia (dove è stata detenuta la Frohlich) e gli archivi della Stasi tedesca. Per il presidente dell'associazione del familiari delle vittime della strage, Paolo Bolognesi, la notizia diffusa oggi da un quotidiano locale, e confermata dalla Procura, è "uno sviluppo assolutamente insignificante" perché non c'è alcun nuovo elemento per non attribuire la strage al terrorismo di estrema destra e, soprattutto, non c'è ancora "la ferma volontà di arrivare ai mandanti dell'eccidio". Per questo - ha commentato - entro fine anno, sarà presentato ai magistrati bolognesi "un nostro dossier per arrivare ai mandanti" che ha preso corpo dalle carte relative al processo di Brescia sulla strage di piazza della Loggia: "momentaneamente non c'è nulla che possa far cambiare idea rispetto al terrorismo fascista di Valerio Fioravanti e Francesca Mambro". L'iscrizione dei due terroristi fa parte dell'inchiesta "bis" che tenta di dimostrare la cosiddetta "pista palestinese". Il Fronte Popolare di Liberazione della Palestina - è l'ipotesi - si sarebbe vendicato dell'Italia per l'arresto nel 1979 del suo rappresentante Abu Anzeh Saleh, e l'avrebbe fatto per mano della rete di Carlos. Thomas Kram, è esperto di esplosivi e gli inquirenti riescono a dimostrare che pernottò a Bologna tra l'1 e il 2 agosto del 1980; anche Margot Frohlich, l'1 agosto alloggiò nei pressi della stazione felsinea.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni