sabato 03 dicembre | 16:36
pubblicato il 09/feb/2012 07:51

'Ndrangheta/ Suicidio testimone giustizia,arrestati 3 familiari

Nello stesso contesto disposti 11 fermi dalla Dda reggina

'Ndrangheta/ Suicidio testimone giustizia,arrestati 3 familiari

Reggio Calabria, 9 feb. (askanews) - Tre persone appartenenti al nucleo familiare della testimone di giustizia Maria Concetta Cacciola, morta suicida in situazioni misteriose lo scorso agosto a Rosarno, quando ingerì dell'acido muriatico. Per i tre l'accusa e' di maltrattanti in famiglia, violenza, minaccia per far si che la stessa testimone ritrattasse le accuse che aveva fatto ai magistrati sulla cosca Pesce di Rosarno, ed istigazione al suicidio. Nel corso della stessa operazione denominata "Califfo" i carabinieri del Ros di Reggio Calabria, hanno fermato 11 persone appartenenti alla stessa cosca Pesce di Rosarno con l'accusa di associazione a delinquere di stampo mafioso.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Disturbi del sonno? 10 regole ambientali per dormire meglio
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari