martedì 21 febbraio | 18:13
pubblicato il 15/set/2011 07:09

'Ndrangheta/ Sette fermi per estorsione e associazione mafiosa

Operazione dei carabinieri del comando provinciale reggino

'Ndrangheta/ Sette fermi per estorsione e associazione mafiosa

Reggio Calabria, 15 set. (askanews) - Sono sette le persone fermate questa mattina a San Luca dai carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria. I sette provvedimenti di fermo, sono stati emessi dalla Dda reggina nei confronti di altrettanti presunti affiliati alla cosca di 'ndrangheta Mammoliti ''fischiante'' egemone nel territorio di San Luca. I sette sono accusati, a vario titolo, di associazione mafiosa e intestazione fittizia di beni, illecita concorrenza in appalti, estorsione e rapina aggravati dalle modalita' mafiose. Secondo l'accusa la cosca si sarebbe infiltrata nella gestione dei lavori per la metanizzazione di San Luca, condotti da una ditta privata. Le indagini sono cominciate dopo il danneggiamento e l'incendio, avvenuto il maggio 2010, di un autocarro della ditta Metangas che era impegnata nei lavori di metanizzazione

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Omicidio Scazzi
Omicidio Scazzi, ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano
Mafia
Chieti, operazione antimafia dei Carabinieri: 19 arresti
Taxi
Protesta taxi e ambulanti a Roma, bloccata via del Corso
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione Ros contro cosca Piromalli: 12 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ictus, movimento e linguaggio tra le funzioni più colpite
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia