giovedì 08 dicembre | 17:36
pubblicato il 29/mag/2013 18:12

'Ndrangheta: in appello 4 ergastoli per omicidio Lea Garofalo

(ASCA) - Milano, 29 mag - Scende da 6 a 4 il numero degli ergastoli per l'omicidio di Lea Garofalo. I giudici della seconda Corte d'assise d'appello di Milano (collegio presieduto da Anna Conforti) hanno infatti concesso le attenuanti generiche a Carmine Venturino, che nel frattempo si e' pentito, condannandolo a 25 anni di reclusione (contro i 27 chiesti dal sostituto pg, Marcello Tatangelo). Assolto, invece, per non aver commesso il fatto, Giuseppe Cosco, che era stato condannato all'ergastolo nel processo di primo grado ma che e' stato 'scagionato' proprio dalle rivelazioni di Venturino. Confermati tutti gli ergastoli per gli esponenti del clan Cosco: Carlo e Vito come esecutori materiali dell'omicidio di Lea Garofalo, mentre Rosario Curcio per aver bruciato e nascosto il corpo della collaboratrice di giustizia uccisa a Monza dalla 'ndrangheta il 24 novembre 2009. Ergastolo confermato anche per Massimo Sabatino, storico collaboratore della famiglia Cosco. fcz/mau/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni