lunedì 20 febbraio | 08:28
pubblicato il 17/feb/2012 17:13

'Ndrangheta, il racket cambia volto: non mazzette ma assunzioni

Dia Reggio Calabria arresta tre affiliati cosca Libri

'Ndrangheta, il racket cambia volto: non mazzette ma assunzioni

Reggio Calabria, (askanews) - Nessuna richiesta di pizzo o mazzette, le cosche tentavano di infiltrarsi in strutture legali imponendo dipendenti da assumere e forniture. Il nuovo volto dell'estorsione è stato svelato da un'indagine della Dia di Reggio Calabria che ha portato all'arresto di 3 persone considerate affiliate alla cosca Libri, fra cui il boss Pasquale Libri, già condannato in un altro procedimento. La cosca avrebbe imposto la fornitura del servizio mensa per gli operai della ditta Bentini che stava costruendo proprio il nuovo Palazzo di giustizia di Reggio Calabria, come racconta Gianfranco Ardizzone, a capo della Dia. "Le cosche non si sono fatte scrupolo di inserirsi in questa opera - ha detto - ma noi coordinati dal procuratore Pignatone siamo riusciti a dimostrare che lo Stato è sempre presente".Nel dettaglio, i tre arrestati sono ritenuti responsabili a vario titolo di associazione mafiosa, estorsione e rapina aggravate e illecita concorrenza con violenza.

Gli articoli più letti
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia