domenica 04 dicembre | 07:06
pubblicato il 17/feb/2012 17:13

'Ndrangheta, il racket cambia volto: non mazzette ma assunzioni

Dia Reggio Calabria arresta tre affiliati cosca Libri

'Ndrangheta, il racket cambia volto: non mazzette ma assunzioni

Reggio Calabria, (askanews) - Nessuna richiesta di pizzo o mazzette, le cosche tentavano di infiltrarsi in strutture legali imponendo dipendenti da assumere e forniture. Il nuovo volto dell'estorsione è stato svelato da un'indagine della Dia di Reggio Calabria che ha portato all'arresto di 3 persone considerate affiliate alla cosca Libri, fra cui il boss Pasquale Libri, già condannato in un altro procedimento. La cosca avrebbe imposto la fornitura del servizio mensa per gli operai della ditta Bentini che stava costruendo proprio il nuovo Palazzo di giustizia di Reggio Calabria, come racconta Gianfranco Ardizzone, a capo della Dia. "Le cosche non si sono fatte scrupolo di inserirsi in questa opera - ha detto - ma noi coordinati dal procuratore Pignatone siamo riusciti a dimostrare che lo Stato è sempre presente".Nel dettaglio, i tre arrestati sono ritenuti responsabili a vario titolo di associazione mafiosa, estorsione e rapina aggravate e illecita concorrenza con violenza.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari