sabato 10 dicembre | 00:20
pubblicato il 10/ago/2011 11:31

'Ndrangheta, il boss di Rosarno Francesco Pesce in manette

Arrestato insieme all'imprenditore Antonio Pronestì

'Ndrangheta, il boss di Rosarno Francesco Pesce in manette

Milano, 10 ago. (askanews) - Eccolo mentre esce dal comando provinciale dei carabinieri di Reggio Calabria Francesco Pesce, detto "Ciccio u Testuni" considerato il capo dell'omonimo clan di Rosarno. Pesce è stato arrestato durante un blitz dei carabinieri reggini dopo un anno di latitanza. Con lui è finito in manette anche Antonio Pronestì, imprenditore di Rosarno, accusato di aver coperto la latitanza del boss. All'interno della ditta di Pronestì era stato realizzato il bunker in cui si nascondeva Pesce.

Gli articoli più letti
Natale
Albero rosso e oro per il Natale alla Galleria Alberto Sordi
Roma
Trovato a Roma cadavere,potrebbe essere giovane cinese scomparsa
Immigrati
Papa: nel presepe rivediamo dramma dei migranti sui barconi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina