martedì 21 febbraio | 09:44
pubblicato il 10/ago/2011 11:31

'Ndrangheta, il boss di Rosarno Francesco Pesce in manette

Arrestato insieme all'imprenditore Antonio Pronestì

'Ndrangheta, il boss di Rosarno Francesco Pesce in manette

Milano, 10 ago. (askanews) - Eccolo mentre esce dal comando provinciale dei carabinieri di Reggio Calabria Francesco Pesce, detto "Ciccio u Testuni" considerato il capo dell'omonimo clan di Rosarno. Pesce è stato arrestato durante un blitz dei carabinieri reggini dopo un anno di latitanza. Con lui è finito in manette anche Antonio Pronestì, imprenditore di Rosarno, accusato di aver coperto la latitanza del boss. All'interno della ditta di Pronestì era stato realizzato il bunker in cui si nascondeva Pesce.

Gli articoli più letti
Taxi
Sciopero Taxi, base prepara blitz a Roma. Delrio: regolamentare
Roma
Roma, grave il bimbo di 3 mesi rapito dal padre a Monterotondo
Salute
Infarto, 1 struttura sanitaria su 2 non ripetta volumi ministero
Mafia
Chieti, operazione antimafia dei Carabinieri: 19 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia