venerdì 20 gennaio | 17:11
pubblicato il 10/ago/2011 11:31

'Ndrangheta, il boss di Rosarno Francesco Pesce in manette

Arrestato insieme all'imprenditore Antonio Pronestì

'Ndrangheta, il boss di Rosarno Francesco Pesce in manette

Milano, 10 ago. (askanews) - Eccolo mentre esce dal comando provinciale dei carabinieri di Reggio Calabria Francesco Pesce, detto "Ciccio u Testuni" considerato il capo dell'omonimo clan di Rosarno. Pesce è stato arrestato durante un blitz dei carabinieri reggini dopo un anno di latitanza. Con lui è finito in manette anche Antonio Pronestì, imprenditore di Rosarno, accusato di aver coperto la latitanza del boss. All'interno della ditta di Pronestì era stato realizzato il bunker in cui si nascondeva Pesce.

Gli articoli più letti
Maltempo
Prot. Civile: due le vittime accertate all'Hotel Rigopiano
Maltempo
Hotel Rigopiano, estratte mamma e bimbo: in ospedale, stanno bene
Maltempo
Valanga Rigopiano, Soccorso alpino: trovati vivi 6 dispersi
Maltempo
Valanga Rigopiano, Soccorso alpino: morti accertati sono solo 2
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Audi, 8 milioni di vetture prodotte con la trazione "quattro"
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Tpl, Sorte: anche per Delrio la Lombardia è modello da seguire