lunedì 27 febbraio | 07:51
pubblicato il 15/set/2011 12:55

'Ndrangheta, il boss Antonio Pelle evaso dall'ospedale di Locri

Ai domiciliari, era ricoverato da qualche giorno per un malore

'Ndrangheta, il boss Antonio Pelle evaso dall'ospedale di Locri

Era ricoverato all'ospedale di Locri per problemi di salute: da qui è evaso Antonio Pelle, 49 anni, boss della 'ndrangheta ritenuto il capo dell'omonimo clan di San Luca, protagonista della faida culminata nella strage di Duisburg. Detto "vancheddu", ma conosciuto come "la mamma", quando i medici si sono recati nella sua stanza si sono accorti che non era lì, nè in altri locali dell'ospedale. Pelle, condannato a 13 anni di reclusione per associazione mafiosa nell'ambito del procedimento contro le cosche Nirta-Strangio e Pelle-Vottari, aveva ottenuto gli arresti domiciliari per gravi motivi di salute nell'aprile scorso su decisione della Corte d'appello di Reggio Calabria. Cinque giorni fa il malore e il ricovero in ospedale. Sono scattate le indagini dei magistrati di Reggio e Locri per stabilire eventuali responsabilità: Pelle infatti era controllato a vista da polizia e carabinieri.

Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech