venerdì 09 dicembre | 03:21
pubblicato il 15/set/2011 12:55

'Ndrangheta, il boss Antonio Pelle evaso dall'ospedale di Locri

Ai domiciliari, era ricoverato da qualche giorno per un malore

'Ndrangheta, il boss Antonio Pelle evaso dall'ospedale di Locri

Era ricoverato all'ospedale di Locri per problemi di salute: da qui è evaso Antonio Pelle, 49 anni, boss della 'ndrangheta ritenuto il capo dell'omonimo clan di San Luca, protagonista della faida culminata nella strage di Duisburg. Detto "vancheddu", ma conosciuto come "la mamma", quando i medici si sono recati nella sua stanza si sono accorti che non era lì, nè in altri locali dell'ospedale. Pelle, condannato a 13 anni di reclusione per associazione mafiosa nell'ambito del procedimento contro le cosche Nirta-Strangio e Pelle-Vottari, aveva ottenuto gli arresti domiciliari per gravi motivi di salute nell'aprile scorso su decisione della Corte d'appello di Reggio Calabria. Cinque giorni fa il malore e il ricovero in ospedale. Sono scattate le indagini dei magistrati di Reggio e Locri per stabilire eventuali responsabilità: Pelle infatti era controllato a vista da polizia e carabinieri.

Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni