venerdì 09 dicembre | 10:36
pubblicato il 21/apr/2011 13:32

'Ndrangheta e il calcio, Pignatone: lo usano per avere consensi

Il Procuratore di Reggio dopo il sequestro di 190 mln ai Pesce

'Ndrangheta e il calcio, Pignatone: lo usano per avere consensi

La 'ndrangheta cerca consensi fra la popolazione e per farlo usa anche il calcio. Lo spiega il Procuratore di Reggio Calabria Giuseppe Pignatone commentando il sequestro di 190 milioni di euro alla famiglia Pesce. Fra i beni bloccati dalla Gdf, infatti, ci sono anche due squadre: il Cittanova-Interpiana e il Sapri calcio.L'operazione ha inflitto un grosso colpo alla 'ndrangheta, come dichiara il comandante della Gdf Reggio Calabria, Alberto Reda.Fondamentali per l'operazione le dichiarazioni di Giuseppina Pesce, figlia del boss Salvatore.

Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Papa
Papa: prego per bambini, famiglie che fanno fatica e lavoratori
Roma
Trovato a Roma cadavere,potrebbe essere giovane cinese scomparsa
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina