domenica 19 febbraio | 22:36
pubblicato il 21/apr/2011 13:32

'Ndrangheta e il calcio, Pignatone: lo usano per avere consensi

Il Procuratore di Reggio dopo il sequestro di 190 mln ai Pesce

'Ndrangheta e il calcio, Pignatone: lo usano per avere consensi

La 'ndrangheta cerca consensi fra la popolazione e per farlo usa anche il calcio. Lo spiega il Procuratore di Reggio Calabria Giuseppe Pignatone commentando il sequestro di 190 milioni di euro alla famiglia Pesce. Fra i beni bloccati dalla Gdf, infatti, ci sono anche due squadre: il Cittanova-Interpiana e il Sapri calcio.L'operazione ha inflitto un grosso colpo alla 'ndrangheta, come dichiara il comandante della Gdf Reggio Calabria, Alberto Reda.Fondamentali per l'operazione le dichiarazioni di Giuseppina Pesce, figlia del boss Salvatore.

Gli articoli più letti
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia