domenica 11 dicembre | 08:09
pubblicato il 25/lug/2011 16:37

'Ndrangheta, confische per 200 milioni: duro colpo al clan Alvaro

La mente operativa era Vincenzo Alvaro

'Ndrangheta, confische per 200 milioni: duro colpo al clan Alvaro

Due anni di indagini tecniche, investigazioni finanziarie e bancarie, segnalazioni di operazioni sospette: così è maturata la confisca dei beni per 200 milioni di euro, già oggetto di sequestro da parte dei carabinieri, ai danni degli esponenti della famiglia 'ndranghetista degli Alvaro, ramo di Cosoleto. La confisca, eseguita dai finanzieri di Reggio Calabria e da quelli dello SCICO di Roma, riguarda 15 tra imprese e ditte individuali del settore dei servizi e della ristorazione, tra cui i locali romani "Cafè de Parisi" e George's". Il procuratore di Reggio Calabria Giuseppe Pignatone ricostruisce le fasi delle indagini.Al centro dell'indagine Vincenzo Alvaro, esponente di spicco della omonima cosca egemone a Cosoleto, mente operativa di base a Roma dove si era trasferito nel 2001, e Damiano Villari, prima prestanome per gli Alvaro e poi personaggio chiave per le strategie economiche della cosca.

Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina