venerdì 02 dicembre | 19:02
pubblicato il 26/apr/2013 11:48

'Ndrangheta: Cancellieri si congratula per arresto latitante in Colombia

'Ndrangheta: Cancellieri si congratula per arresto latitante in Colombia

(ASCA) - Roma, 26 apr - Il ministro dell'Interno, Annamaria Cancellieri, ha telefonato al Vice capo vicario della Polizia di stato, Alessandro Marangoni, per complimentarsi dell'operazione che ha portato all'arresto, nella citta' colombiana di Medellin, di Domenico Trimboli, latitante dal 2009 e ritenuto elemento di vertice della cosca Cua-Rizieri con ramificazioni anche in Colombia.

''Voglio ringraziare - ha sottolineato il ministro Cancellieri - le donne e gli uomini della Squadra mobile di Reggio Calabria, Alessandria e del Servizio centrale operativo che, coordinati dalla Magistratura, dopo articolate attivita' investigative e con il supporto dell'Interpool, sono riusciti ad assicurare alla giustizia uno dei ricercati piu' pericolosi della 'ndrangheta calabrese coinvolto nel traffico internazionale di stupefacenti'', ha conclsuo il ministro.

com-stt/gc

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Criminalità
Roma, imprenditore sequestrato e seviziato per usura: 3 arresti
Inchiesta Roma
Mafia Capitale, altro processo: chiesto giudizio per 24 persone
Censis
Censis: paura degli stranieri, immigrazione preoccupa 44% italiani
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
San Marino, maxistella a Led inaugurerà il Natale delle Meraviglie
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
TechnoFun
Archeologia, allo studio app per riconoscimento automatico reperti
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari