sabato 03 dicembre | 01:41
pubblicato il 26/lug/2013 12:00

'Ndrangheta/ A politici Lamezia contestato voto di scambio

Un avvocato arrestato procacciò voti per cosca giampà a comunali

'Ndrangheta/ A politici Lamezia contestato voto di scambio

Roma, 26 lug. (askanews) - C'è anche il voto di scambio fra i reati contestati ad alcuni fra gli arrestati nel maxiblitz della Polizia contro le cosche 'ndranghetine calabresi di Lamezia. Uno degli avvocati arrestati stamani è infatti accusato di scambio elettorale politico-mafioso perchè finanziato la cosca Giampà attraverso un suo autorevole referente per ottenere voti alle elezioni amministrative del Comune di Lamezia del 2010. Tra gli arrestati un consigliere provinciale, con numerosi incarichi anche in società con partecipazione pubblica al quale sono contestati i reati di concorso esterno in associazione mafiosa e di estorsione. In particolare, oltre alla connivenza con la cosca Giampà, avrebbe estorto ad un commerciante di abbigliamento sportivo alcune tute da recapitare a detenuti del citato clan.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Inchiesta Roma
Mafia Capitale, altro processo: chiesto giudizio per 24 persone
Criminalità
Roma, imprenditore sequestrato e seviziato per usura: 3 arresti
Censis
Censis: paura degli stranieri, immigrazione preoccupa 44% italiani
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari