martedì 24 gennaio | 06:15
pubblicato il 06/mag/2013 09:57

'Ndrangheta: 22 arresti a Reggio Calabria, riciclavano denaro a Viterbo

'Ndrangheta: 22 arresti a Reggio Calabria, riciclavano denaro a Viterbo

(ASCA) - Reggio Calabria, 6 mag - Con un blitz scattato stamane i carabinieri del comando provinciale di Reggio Calabria hanno arrestato 22 soggetti appartenenti e contigui alla 'ndrangheta nella sua articolazione territoriale denominata ''locale di Galliciano''', operante a Condofuri (Rc) e territori limitrofi, nonche' nella provincia di Viterbo, dove venivano riciclati i proventi illeciti dell'attivita' mafiosa.

Lo comunica una nota dei carabinieri precisando che l'ordinanza di custodia cautelare emessa - su richiesta della Direzione distrettuale antimafia - dal G.i.p. presso il tribunale di Reggio Calabria. I destinatari del provvedimento sono ritenuti associazione di tipo mafioso; detenzione illegale di armi comuni da sparo; concorso in riciclaggio; concorso in impiego di denaro, beni o utilita' di provenienza illecita. Il tutto con l'aggravante delle finalita' mafiose ex art 416 bis del Codice penale.

Nel corso dell'attivita' investigativa, avviata nel settembre del 2009 - spiega la nota - i carabinieri hanno accertato come nel comune di Condofuri(Rc) siano operanti 3 locali di 'ndrangheta: Condofuri Marina, San Carlo e Galliciano'. Le indagini hanno ulteriormente consentito di confermare e documentare le attivita' criminali e le sue dinamiche interne, anche attraverso l'assegnazione di cariche e gradi.

Le investigazioni hanno inquadrato le attivita' della famiglia a capo della locale di Galliciano' ed hanno consentito individuare un rodato sistema di riciclaggio di denaro che, partendo dalla Calabria, era ripulito attraverso le ditte ubicate nel Viterbese per tornare successivamente nel capoluogo reggino. Contestualmente all'esecuzione del provvedimento restrittivo, vinene eseguito un decreto di sequestro probatorio di 6 aziende, operanti nel settore dei trasporti, ortofrutticolo ed immobiliare.

Le indagini sono state coordinate dal procuratore capo di Reggio Calabria, Cafiero de Raho e dal procuratore Aggiunto, Nicola Gratteri.

com-stt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
Maltempo
Maltempo, Sicilia in ginocchio: un morto nel Palermitano
Campidoglio
Roma, riparte maratona bilancio. Ok a emendamenti Giunta Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4