venerdì 09 dicembre | 20:14
pubblicato il 18/ott/2016 09:22

Egitto, nuovo ministro turismo incontra i tour operator italiani

Al TTG Incontri per il rilancio della destinazione

Egitto, nuovo ministro turismo incontra i tour operator italiani

Roma, 18 ott. (askanews) - Il nuovo ministro del turismo egiziano, S.E. Mohamed Yahiya Rashid ha incontrato, a margine del recente TTG Incontri di Rimini, i principali player del mercato turistico italiano, i Tour Operator aderenti ad ASTOI - Confindustria viaggi, nel tentativo di rilanciare l'Egitto quale meta prioritaria per l'outgoing italiano.

"Abbiamo voluto testimoniare all'Egitto, Paese amico e da sempre uno dei principali bacini turistici per il mercato italiano - ha dichiarato Nardo Filippetti, Presidente ASTOI-Confindustria viaggi - la nostra vicinanza e la preoccupazione per la situazione che non rende ad esso merito: il calo di traffico e lo sfruttamento minimo delle potenzialità del Paese dei Faraoni. Il Ministro si è dimostrato in linea con le nostre aspettative presentandoci un piano strategico, condiviso, di rilancio. I punti salienti del progetto posano su tre pilastri principali: una campagna di comunicazione, di spessore, dedicata al nostro mercato, sia al consumatore che al trade, un programma d'incentivazione alla ripresa ed all'implementazione dei voli sull'Egitto, un progetto per portare ogni mese rappresentanti dei media nella destinazione al fine di far loro riportare le impressioni al consumatore attraverso i loro mezzi di comunicazione".

Per il Ministro del Turismo Egiziano, S.E. Mohamed Yehia Rashed l'incontro, segnala ASTOI-Confindustria viaggi, "è stato proficuo per i temi trattati, numerosi ed interessanti, ma soprattutto condivisi".

"Abbiamo discusso a lungo della volontà dell'Egitto di organizzare un altro evento, "United for Egypt II" a Sharm el Sheikh a fine febbraio 2017, in presenza di 500 agenti di viaggio per rilanciare il Paese come meta per gli italiani - ha commentato il Ministro -. Si è discusso, inoltre, della costante collaborazione dell'ufficio stampa dell'Ente del turismo egiziano con gli uffici stampa degli operatori turistici che vedrà anche, a breve, l'organizzazione di diversi press trip per dare risalto alla destinazione attraverso gli occhi di chi "parla" dai mezzi di informazione ai turisti. Inoltre, mi piace sottolineare come l'Egitto sostenga gli operatori turistici italiani attraverso una stabile campagna di comunicazione. Siamo fiduciosi che anche grazie alle attività ipotizzate durante l'incontro si potrà tornare a guardare, con rinnovata fiducia, al turismo verso il nostro, e vostro, Egitto".

Un altro dato positivo è dato dalla proposta del Ministero del Turismo egiziano di tenere la prossima Assemblea di ASTOI - Confindustria Viaggi, prevista per Gennaio, in una località Egiziana. "Un bel modo di mettere a contatto la realtà del Paese con tutti i tour operator associati ad ASTOI che rappresentano, non solo la quasi totalità del mercato outgoing italiano, ma anche oltre il 90% del flusso turistico verso l'Egitto", conclude l'associazione dei Tour Operators italiani.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina
Enogastronomia
Cortina Wine Club, il 29 dicembre nel cuore delle Dolomiti
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Enogastronomia
Veronafiere, Usa: si vende di più il vino col prezzo più alto
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Usa, Pecoraro Scanio: nomina Pruitt a Epa pericolo per l'Ambiente
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina