venerdì 20 gennaio | 11:50
pubblicato il 18/ott/2016 12:24

Al via selezione XPrize Ibm Watson, fondi per 5 mln dollari

In lizza anche 10 aziende italiane

Al via selezione XPrize Ibm Watson, fondi per 5 mln dollari

Roma, 18 ott. (askanews) - Ci saranno anche 10 startup italiane a concorrere per la prossima edizione dell'XPrize Ibm Watson, una competizione globale che mette in palio 5 milioni di dollari e che nasce con l'obiettivo di incentivare lo sviluppo di tecnologia in ambito Intelligenza Artificiale (AI).

La selezione dei partecipanti italiani - si legge in una nota - è iniziata in questi giorni e si concluderà entro il 15 gennaio 2017. Sarà il primo necessario gradino per arrivare alla scelta finale, dopo un confronto tra tutte le proposte giunte a livello internazionale. I vincitori saranno proclamati nell'estate del 2020.

La Fondazione XPrize, in collaborazione con Ibm - azienda che sta investendo fortemente nel sistema di cognitive computing Watson - ha indicato come "ambassador" italiano Emilia Garito, Ceo di Quantum Leap, società leader in Italia per le attività di trasferimento tecnologico. A Emilia Garito spetterà il compito di scegliere i dieci italiani che rappresenteranno il nostro Paese in una delle competizioni internazionali più qualificate e più connesse allo sviluppo e all'innovazione tecnologica del futuro.

"E' una grande opportunità per valorizzare le eccellenze italiane legate al mondo dell'Intelligenza Artificiale. Una sfida internazionale - spiega Garito - che consentirà a un gruppo selezionato di startupper italiani di competere a livello globale e di partecipare attivamente allo sviluppo di un futuro migliore per tutta l'umanità. Le applicazioni dell'AI stanno già cambiando il mondo, il modo di vivere di tutti i giorni. La scelta premierà le startup che sapranno coniugare l'Intelligenza Artificiale con nuove e più efficienti soluzioni per migliorare la qualità della vita. C'è un senso etico da progettare, coltivare e soprattutto preservare sulla nuova frontiera dell'interazione uomo-macchina".

La competizione mira proprio a dimostrare come dalla collaborazione tra uomini e macchine intelligenti si possano affrontare e vincere alcune tra le più grandi sfide del mondo, in alcune delle aree più importanti della vita delle persone: la salute, l'educazione, l'energia, la mobilità.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Ammbiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Ricerca
Ricerca, molti batteri presenti nel neonato vengono dalla madre
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Fisica
Cern, LHC: Federico Antinori (Infn) responsabile esperimento Alice
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale