domenica 19 febbraio | 15:13
pubblicato il 13/gen/2017 16:57

Il segreto per invecchiare bene? Una buona prima colazione

Le regole dell'esperto per il primo pasto dei senior

Il segreto per invecchiare bene? Una buona prima colazione

Roma, 13 gen. (askanews) - Pensionati sportivi o nonne iperattive, uomini e donne dietro a mille hobby e interessi, sempre in movimento, tra impegni familiari e attività che li appassionano. Questo il profilo dei nuovi "senior" che nulla hanno a che vedere con gli "anziani" del nostro immaginario, come emerge dalla ricerca "Un ritratto dei nuovi senior: generazioni a confronto" (Osservatorio Senior 2016). Per loro è ancora più importante iniziare bene la giornata, racconta Silvia Migliaccio, nutrizionista e docente dell'Università degli studi "Foro Italico" di Roma, dalle pagine di www.iocominciobene.it.

"Una buona prima colazione è indispensabile per la ripresa di tutte le funzioni fisiche e psichiche - spiega Migliaccio - deve essere un momento appagante e fornire nutrienti energetici, soprattutto carboidrati, che devono costituire circa il 70% del totale, ma anche proteine e una piccola quantità di grassi, oltre ad acqua, vitamine, sali minerali ed antiossidanti." Nella colazione degli over 65 non va trascurato l'apporto di proteine: "deve contrastare la fisiologica riduzione della massa magra (sarcopenia) che si verifica nella terza e quarta età".

Che cosa portare in tavola? "Latte, yogurt, spremute o frullati di frutta fresca, e poi biscotti, cereali da prima colazione, pane, fette biscottate o croissant, in relazione ai propri gusti e alle proprie preferenze", consiglia la dottoressa. Fondamentale che la prima colazione sia un momento piacevole e gratificante: "con il passare dell'età anche la percezione dei sapori si va riducendo e spesso ne risente anche il gusto e l'interesse per il cibo. Per rendere il gusto più marcato e deciso, si possono arricchire biscotti, fette biscottate o pane con un cucchiaino di marmellata o crema alla nocciola". Un'altra importante funzione della prima colazione dei senior è quella di reidratare l'organismo dopo il digiuno notturno. "Soprattutto nella terza e quarta età si ha una riduzione della percezione della sete e si tende a bere sempre di meno aggravando la disidratazione a cui va incontro l'organismo con l'avanzare dell'età. Latte, spremute di frutta e frullati sono tutti alimenti ricchi di acqua che consentono di ripristinare il corretto equilibrio idroelettrolitico".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia